La mia foto

Contatore Shynistat

  • Contatore

I miei vecchi post del blog Kataweb

Altri vecchi post del blog Kataweb

Blog powered by Typepad
Iscritto da 07/2007

Lettura quotidiana della Bibbia

  • • Da "Giacomo, 1,22": "mettete in pratica la parola e non ascoltatela soltanto, illudendo voi stessi"
  • Lettura quotidiana della Bibbia

« E ' fatta | Principale | »

21/03/2011

Commenti

Feed Puoi seguire questa conversazione iscrivendoti al feed dei commenti a questo post.

Luciano ci mancherai, Tatjana, tieni duro.

Ciao Luciano, grazie per tutto quello che hai scritto, per le discussioni, le risate, i sentimenti che trasparivano ad ogni riga.
Un abbraccio a Tatjana, con affetto

Ringrazio di nuovo Luciano tantissimo. Addio.
Le mie condoglianze a Tatjana e famiglia.

non me lo aspettavo. ero convinto che prima o poi luciano sarebbe tornato e ci avrebbe fatto vedere a tutti quanto era forte (ma di fronte a certe cose non conta nulla la forza...).

addio luciano, sei stato il primo blogger che ho seguito con passione. dalle tue parole e dalle tue battaglie si vedeva chiaramente che eri una persona buona, integerrima, genuina e che credevi nell'essere umano.

faccio le mie condoglianze a tatjana e a tutti quelli che gli hanno voluto bene.

spero che questo blog, in sua memoria, rimanga sempre aperto.

cmq un giorno le nostre strade si rincontreranno.

Luciano, ci mancherai tanto.
Un abbraccio forte a Tatjana e alla sua famiglia.
Artemisia

Passavo di qua ogni sera e volevo molto bene a Luciano anche se non ci siamo mai incontrati. Piango e abbraccio la famiglia con affetto

ciao Luciano,
sei stao un grande.

antonia è riuscita ad appendere il tuo ritratto.
io a piangere non ancora.

Mi spiace tanto, l'ho saputo solo ora. Questo blog era da tempo nel mio blog roll, mi piaceva leggere i suoi acuti interventi, anche se di rado li commentavo. Un abbraccio alla famiglia.
Paola

Ciao Luciano.

La notizia ed un ricordo sul quotidiano locale di ieri:
http://ricerca.gelocal.it/ilpiccolo/archivio/ilpiccolo/2011/05/22/NZ_77_01.html?ref=search

Ciao Luciano, non credevo proprio dovesse andare a finire così, anche se questo prolungato silenzio mi inquietava non poco. Spero tu possa sentire la musica di Ray Davies per l'eternità, ovunque tu ora sia. Io, qui, mi sento di avere perso un amico, anche se non ci siamo mai incontrarti di persona. E mi sento più povero.

A Giordano e tutte/i
:
*spero che questo blog, in sua memoria, rimanga sempre aperto.*
. Questo purtroppo è un blog a pagamento.
Ritengo che ci convenga consultarci e - insieme - chiedere il permesso alla famiglia di trasferirlo in un "posto" più sicuro...
:
DOBBIAMO SALVARE IL LAVORO DI LUCIANO !
Aiutatemi ed aiutiamoci

P@ola
:
paolazaino@tiscali.it
paolazaino@gmail.cvom
-
http://tusitala.blog.kataweb.it/
.
http://tusitala.blog.kataweb.it/2011/05/21/addio-a-luciano-comida/

Arrivederci caro Luciano! Te ne sei andato via solo un pochino prima di noi che ti ricorderemo sempre con affetto e gratitudine.
Fosti il primo ad accogliermi nell'etereo mondo dei blog e mi raccontasti come era nato in te l'amore per il Toro.
Mi hai insegnato molto con la tua cultura e il tuo libero pensiero.
Un abbraccio a Tatjana e alla figliola che hanno avuto la fortunata opportunità di starti accanto.
Cristiana

Avrei tanto da dire ma non trovo le parole..mi manchi e mi amncherai tanto. Grazie del bel disco doppio di Neil Young che mi inviasti tempo fa. Lo terrò come un qualcosa di caro, carissimo per me. Come carissimo sei stato e sarai sempre nel mio cuore, nella mia anima e nella mia mente. Ciao amico mio!

Mi piace ricordarti così

http://rockpoliticaepessimismo.wordpress.com/2011/05/23/una-persona-perbene-luciano-comida/

... arrivo qui, stasera, e Luciano non c'è più. L'ho conosciuto un po' attraverso quello che scriveva qui, un po' attraverso i suoi amici, sempre qui.

Capace di gentilezza e di ascolto. Determinato ma mai aggressivo. Un po' di humour nella barba da zztop. Onestà e poesia. E chissà quanto altro.
Un abbraccio anche da me
diana

Non trovo parole per dire lo smarrimento e il dolore per questa perdita. Luciano lascia un grandissimo vuoto. Ci manca. Ci mancheranno la sua intelligenza, la sua passione, la sua curiosità, la sua gentilezza, la sua ironia.
Un pensiero affettuoso, un abbraccio forte a Tatjana.

Ho conosciuto Luciano per caso, al concerto di Wilco a Milano. Persone come lui non possono che affascinare fin dalle prime parole scambiate. Mi spedì alcuni libri per bambini scritti da lui per contraccambiare una registrazione che gli avevo spedito. Seguivo questo blog, sempre interessante e speravo di poter leggere ancora gli scritti di Luciano. Posso dire, pur avendolo conosciuto solo di sfuggita, che mi spiace molto. Era sicuramente una persona speciale, lo si capiva dalle parole e dagli scritti. Ciao Luciano, un abbraccio.

Leggo solo ora che Luciano ci ha lasciati e non potete capire quanto mi dispiace… Ero venuta diverse volte, in silenzio, su questo blog per avere sue notizie; non ci conoscevamo di persona ma in questo il web fa miracoli.
Abbiamo condiviso momenti bellissimi durante la vita del post sulla letteratura dei vampiri sul blog Letteratitudine ed era lì che stavo andando, fonte di mille notizie e ispirazioni, quando ho appreso la notizia…
Mi ero premurata di ringraziarlo nel mio saggio di prossima uscita, per i suggerimenti che mi ha dato, e mai potevo immaginare che non li avrebbe letti.
Caro Luciano, che il viaggio ti sia lieve. Per noi tu se sempre qui.
Ti abbraccio forte, cos' come abbraccio tutti i suoi cari.

Leggevo regolarmente il blog di Luciano, anche se raramente partecipavo alla discussione con dei commenti.
La notizia della sua terribile malattia e della sua morte mi lascia senza parole.

Avevo scoperto il suo blog qualche annetto fa a causa della passione comune per la fantascienza. Luciano mi aveva consigliato qualche libro e perfino fatto leggere una bozza di un suo racconto per avere una critica. Apprezzavo molto la sua forza di lottare e il suo coraggio di esprimere sempre quello che pensava.

La sua forza di lottare mi hanno fatto sperare fino all'ultimo che un giorno sarebbe vinto la malattia, anche se la diagnosi non era delle migliori.

Vorrei esprimere le mie più sincere condoglianze alla moglie Tatjana, a sua figlia ed a tutti quelli che gli hanno voluto bene.

Ciao Luciano, mi mancherai.
Anna

Un abbraccio anche da Roma...

Cara Tatjana, non so chi tu sia, ma ho appreso solo oggi della morte di Luciano. Ho voluto ricordarlo così...

http://iltafano.typepad.com/il_tafano/2011/05/quando-si-perde-un-amico-che-se-ne-va-in-silenzio-ricordo-di-luciano-comida-il-ringhio-di-idefix.html

Non ho mai incontrato Luciano ma l'ho seguito spesso sul blog e la sua perdita è un grosso dolore. Un abbraccio fortissimo a sua moglie e alla famiglia.

sono senza parole, tremo di commozione: ho appena letto, pubblicato da Maugeri di Letteratitudine ( http://letteratitudine.blog.kataweb.it/2011/05/22/per-luciano-comida/#more-3299 ), il testo che segue, e che 'rubo' perchè anche qui, soprattutto qui è il suo Posto. E lo pubblicherò anche su BAOline . E vorrei vederlo pubblicato ovunque.

Sto leggendo un libro che ha per titolo " un cuore intelligente " ( adelphi ) .

Luciano c'e l'aveva.

Scusate la lunga premessa, ecco questo vero testamento morale e civile del nostro amico Luciano:


Aggiorno il post ( scrive Maugeri ) inserendo questo testo scritto da Luciano Comida. Ringrazio Walter Chiereghin per averlo messo a nostra disposizione.
Ecco cosa ha scritto Walter, in premessa:
“Sono un amico di Luciano da una vita. Non potete avere idea di come mi abbia commosso, continui a commuovermi questa straordinaria partecipazione di tutti voi, di tantissimi altri.
Allora vorrei farvi un regalo, se permettete.
Avevo prestato il mio netbook a Luciano, perché se ne servisse durante la degenza e, fin che ha potuto farlo, l’ha usato.
Ora Tatjana me l’ha restituito e sul desktop ho trovato un suo inedito, probabilmente gli appunti per un progetto di mini-racconti ispirati a sue riflessioni durante le ultime fasi della sua malattia.
Con il consenso di Tatjana, ecco a voi questo inedito”.
Grazie, Walter. Grazie, Tatjana.
Massimo Maugeri

101 SEGRETI CHE HO IMPARATO LOTTANDO CONTRO IL TUMORE

di Luciano Comida

Per ognuno un miniraccontino

luciano-comidaLe ideologie servono (e insidiosa è l’ideologia che nega le ideologie): una bussola per muoversi nel mondo senza sentirsi troppo smarriti
Accettare la propria (e altrui) fragilità
Davanti agli imprevisti (come il tumore) non si sa come reagiremo. E dunque non giudicare gli altri che reagiscono in un modo che non ci garba
Se oppure nonostante: col SE si costruiscono palazzi di sabbia che poi ci crollano addosso, col NONOSTANTE possiamo gustare ogni momento
Pagherei tutto l’oro del mondo: essere consapevoli che la situazione presente potremmo (in futuro) considerarla invidiabile. E dunque cercare di apprezzarla fin da adesso
Le critiche sono utili sempre e comunque: ci mettono davanti allo specchio e ci costringono a ripensare all’oggetto della critica. Che poi verrà modificato che la critica prevale oppure rafforzato se la critica non lo abbatte. Le critiche dunque devono essere distruttive
Parlar chiaro, “sì sì, no no”. Evitando il più possibile le ambiguità o le reticenze. Non vuol dire essere brutali ma sinceri
Dire solo ciò che si pensa ma non necessariamente dire tutto ciò che si pensa
Guardare nel proprio abisso, consapevoli che dentro di noi ci sono lati oscuri e insidiosi. Non nasconderlo sotto il tappeto né negarne l’esistenza
Ringraziare senza esitazione
Sputare via il veleno senza tenersi i rancori e le umiliazioni: il diario è uno dei mezzi per farlo. Così come scrivere l’elemento velenoso su un foglietto e poi distruggerlo
Dire che si ama: è inutile amare senza pastrocciar affettuosamente e coccolare esplicitamente questo amore
Rileggere e rivedere libri e film perché così acquistano spessore e noi con loro. E in più abbiamo l’evidenza di come cambiamo noi stessi
I libri ci leggono e i film ci guardano: ci dicono moltissimo di noi. Ecco perché ogni opera è diversa per ogni suo fruitore
E’ meno grave che se fosse peggio. E dunque (oltre un certo limite) piangersi addosso è inutile e controproducente
Nessun timore a piangere: è uno sfogo umano. Basta non abusarne
Costruirsi quotidiane oasi di serenità/piacere/rilassamento: sono aiuti nei momenti difficili.
Librerie dell’usato: il loro immenso fascino. Forse anche perché, non facendo il cacciatore di animali né il dongiovanni collezionista, gusto il piacere della ricerca
Diario: sfogo, punto della rotta, chiarire il nostro pensiero e sentire, a distanza di tempo ci fa vedere come cambiamo
Ridere di se stessi
Malattia e musica di Morricone: quando si affronta una malattia grave e si sta soli a guardare negli occhi il male, è come nei duelli nei film western quando parte la musica . Siamo soli, noi e la malattia. Non contano nulla i soldi o il potere ma solo la rete dei nostri affetti, che stanno attorno a noi
Non abbandonare le abitudini piacevoli anche (e soprattutto) quelle piccole: scandiscono ritmi, colmano le giornate, ci rafforzano, ci gratificano
Signore, dammi la forza di cambiare le cose che posso cambiare. Signore, dammi la serenità di accettare le cose che non posso cambiare. E soprattutto, Signore, dammi la saggezza di distinguere tra esse
Alla fine dei tempi, Dio trionferà con la gioia e la vita eterna. Ma su questa terra, nei tempi della storia umana, Dio non è onnipotente.
70 volte 7: la fretta spesso (anche se non sempre) ci consiglia male.
Mantra per riaddormentarsi: ognuno si scelga il suo. Il mio è attaccarmi a una frase letta e ritoccarla, analizzarla, modificarla, riassaporarla…
Dire “ho sbagliato, è colpa mia…”. Non esitare mai ad ammettere le proprie colpe e responsabilità. Non esitare né davanti agli altri né davanti a noi stessi
Pagliuzza e trave: noi perdoniamo con indulgenza a noi mille e mille nefandezze. Perché dunque essere spietati col prossimo?
Scrivere subito le cose prima di dimenticarle: sono come i sogni e svaniscono.
Godere del piacere o gioia dati: non essere avari di se stessi e delle proprie azioni
La scuola serve: a stuzzicare la curiosità, a scoprire che tutti siamo infinitamente ignoranti, a non vergognarsi di non sapere, a non esitare a chiedere, a pretendere chiarezza, a imparare che è bellissimo imparare
Esibire i propri difetti o imbarazzi ci aiuta a sopportarli.
Non mollare mai: come nelle partite di calcio, il risultato può ribaltarsi in pochi minuti dallo 0-2 al 3-2
Posso morire tra due minuti e dunque ogni istante è preziosissimo
Nella storia non c’è mai stato né mai ci sarà un altro essere umano come me, che essendo unico sono preziosissimo. Ma (analogamente) ciò vale per ogni altra persona. E devo comportarmi di conseguenza
Non sono solo ma in mezzo a una rete di relazioni che si arricchisce di continuo
Non scherzare col fuoco dell’attrazione sessuale: il miglior modo per non tradire è non fare nemmeno il primo passo
L’amore è una pianta che va nutrita accudita bagnata protetta coccolata ogni giorno e ogni giorno
Le cose più belle (amore, stima, amicizia, fantasia, humour) sono gratis
Non guardare la tv accesa: una sfida per sconfiggere il suo potente richiamo
La prevenzione fisica è (banalmente) importante. Purtroppo ce ne accorgiamo solo quando è tardi
Una parola alla volta (disse Stephen King a chi gli chiese come fa a scrivere libri così lunghi). Lo stesso è per noi, in ogni cosa che facciamo
Dire BASTA e non subire ancora perché si è cominciato a subire
Peggio fare un torto che subirlo: il male fatto torna su come un boccone mal digerito
E’ peggio il silenzio degli onesti delle azioni degli uomini malgavi (disse Martin Luther King)
Guardare con gli occhi degli altri ci insegna a vedere che il nostro punto di vista non solo non è unico ma può anche essere sbagliato. Comunque, limitato
Nessun timore di non sapere e di ammettere la nostra ignoranza/incompetenza
Nessun timore a non capire: chiedere sempre spiegazioni e pretenderle
Abbracciare è un grande gesto di accoglienza e condivisione
Concedersi qualcosa, ogni giorno. Farsi dei piccoli regali
Arrabbiarsi con Dio è salutare anche per un credente: quella con Dio è una relazione vera e propria
Meditare aiuta a rilassarsi, a entrare dentro di noi, a sentirsi parte dell’Universo
Cucinare senza ricetta è piacevole, una continua scoperta sensoriale
Libertà ed eretici: come disse Cioran, interessa solo a loro. Per molti, la libertà è fonte di angoscia
Non conta solo il detto ma chi lo ha detto (Karl Kraus)
Molte persone non vogliono star meglio perché sono terrorizzate dal cambiamento e/o perché non pensano di meritare i miglioramenti
Giustizia e libertà e accoglienza, insieme: separati generano mostri e mostriciattoli
Mezzi e fini non devono essere separati: i mezzi ci dicono moltissimo sui fini
Basta un nonnulla per farsi male o morire: attenzione sempre, senza ossessioni ma con saggia prudenza
I rimorsi sono peggio dei rimpianti
Dalla colpa si esce come Giuda o come Pietro, schiacciati dal proprio passato oppure partendo da esse
Votare sempre: se no, lasciamo spazio ai peggiori
Il dissenso non va tollerato ma fomentato (come diceva John Stuart Mill)
La gloria tra quattro mura supera lo splendore degli imperi (Cioran)
Svegliarsi e sorridere è meglio che svegliarsi col muso
Il comportamento a specchio: spessi ci trattano come noi li trattiamo. O comunque abbiamo fatto il possibile
Ci vuol più coraggio a dire “ho paura” che a fare pericolose fesserie perché si è terrorizzati ad ammettere al gruppo che abbiamo paura
Riso allo zafferano (a casa di Lalla) e dunque dire la verità, garbatamente ma chiaramente
Crescere non è rinnegare il se bambino, ma inglobarlo in noi e farlo vivere in una “struttura” più ampia e matura
Il punto di vista (Italia-Francia e i gol vissuti in modo opposto dai rispettivi tifosi) degli altri va sempre accolto
Domande stupide? Esistono solo risposte stupide
Il primo scopo di uno scrittore è costringere il lettore a voltar pagina (Maugham)
Non vergognarsi di vergognarsi
L’album delle preziose figurine (affetti, libri, film, musiche, gesti…) da custodire e incrementare dentro di noi. Anche per poterlo sfogliare e utilizzare nei momenti difficili
Addestrarsi all’ambidestrità: a facoltà diverse e opposte
Dare cinque felicità al giorno agli altri
Ringraziare sempre chi lo merita
Non giudicare i poveri di spirito (hanno poco e quel poco lo utilizzano)
Stolti e poveri di spirito (furbetti e sempliciotti)
Darsi obiettivi precisi ma realistici: nei momenti difficili aiuta avere un traguardo chiaro e raggiungibile
Guardare in faccia la realtà, anche di una brutta malattia

Come un fulmine a ciel sereno mi è giunta la notizia. Non ci potevo credere. Rersterai sempre nei nostri cuori!
Addio Luciano!

Lo so solo ora.
Addio, Luciano,
ti ricorderò sempre come ti ho visto scendere dal treno qui a Roma, bellissimo nel tuo modo di dentro come quando ci facemmo una chiacchierata a Trieste, in un caffè storico e mi desti la ricetta della cioccolata in tazza.
Una delle persone più vere e dolci nell'umanità che io abbia mai conosciuto, sul blog, per mail e di persona: ogni tua manifestazione era una conferma stupenda.
Ciao, amico carissimo, un abbraccio alla tua Tatiana e a tua figlia.

Che strano effetto mi fa venire a leggere questi commenti di tanti amici di Luciano (e alcuni anche miei) in un post che ha per titolo "E' fatta"!!
Seppure questo titolo lo abbia scelto, credo, sua moglie Tatjana (alla quale rinnovo le mie più sentite condoglianze per a ver perso un compagno unico come Luciano), tuttavia mi fa ora l'effetto di una decisione, una conclusione dalla quale non si torna più indietro. E mi piace internderla anche come un messaggio che Luciano ci manda dall'aldilà:
"E' fatta, quel che è stato è stato; ringrazio tutti i miei amici che fino all'ultimo mi sono stati vicini fisicamente o con il pensiero..., e non siate tristi, godetevi la vita finché dura, prendete esempio da me..."

E sono più che sicuro che anche lui conserverà un buon ricordo di noi.

Sì Ernerio, l'effetto è strano, ma la tua interpretazione mi piace e la condivido. Credo che Luciano avrebbe detto qualcosa del genere. E poi ci sorride, ovunque sia ora.

Non posso che condividere la parole di Irenrio e Giulio.
Il sorriso di Luciano è qui di sicuro.

Per me Luciano era una persona naturalmente viva. Mi trasmetteva apertura, ascolto, sincerità, onestà intellettuale e di sentimenti.
Tutto era lì, davanti, detto, esposto: niente era celato, nè per paura nè per calcolo.
Una vita in presa diretta.

Tutto ciò rimane vivo in me, è il sedimento dell'essenza di Luciano che vive dentro di me.

Grazie, Luciano.

Sono rimasta sbigottita e veramente speravo che tutto fosse andato bene, speravo di aprire questo blog e di trovarvi un nuovo post di Luciano che con la sua verve, il suo spirito e la sua compostezza ci facesse sapere di sè. Sono più volte passata sperando di trovarlo questo nuovo post, cercavo anche tra i commenti per avere notizie di Luciano. Poi, qualche giorno fa, ho letto il commento di Valerio Fiandra che dava il link in cui si annunciava la brutta notizia. Ho subito lasciato un commento lì, ma a scrivere sul blog di Luciano ho fatto fatica. Un abbraccio a Tatjana e a tutta la famiglia di Luciano.

Sono stata mesi assente x un mio lutto personale e nn sapevo nulla... stanotte sono arrivata e sono ore che leggo qui e in tutti i blog degli amici di Luciano... non riesco a crederci... un abbraccio oltre a Tatjana e Francesca anche a tutti noi che ci sentiamo un pò orfani e, naturalmente un abbraccio forte a te Luciano... ovunque tu sia.
Katia.

Non posso non pensare anche a Luciano, oggi: a questa felicità che non può condividere, ma nella quale sperava.

Ci manca.

Questo 30 maggio...

http://baotzebao.tumblr.com/post/6002108581

...se leggete 101 SEGRETI CHE HO IMPARATO LOTTANDO CONTRO IL TUMORE, nel commento di valerio, ci troverete molte cose che luciano disse (e anche noi dicemmo) sul suo blog. le ultime cose a cui luciano pensava erano tutte le esperienze apprese nel corso della sua vita, di cui questo blog, e tutti quelli che vi partecipavano, erano una parte fondamentale. anche io ci ho ritrovato due mie affermazioni.

Luciano, quanto sarebbe stato bello poter festeggiare con te, ma io lo so che, dove sei adesso, te la stai ridendo sotto il tuo barbone e stai esultando per la bella vittoria

... ieri sera a Milano, quanta gioia e che senso di leggerezza... ho pensato molto a due persone che sono mancate negli ultimi tempi e che hanno hanno aspettato con la nostra stessa intensità l'arrivo di questo momento: la mia mamma e Luciano... voglio credere, anzi sono certa che anche se non sono più qui, ovunque siano, stanno gioendo con noi...

ciao luciano.
coltrane

Luciano quando ti penso, spesso, non riesco a pensarti assente e non più con noi....Io voglio credere che da qualche parte tu sia sempre insieme a me, a noi.....Sei un carissimo amico che non mi rassegno di aver perso. Spero che tu mi veda e che mi sorrida. Ogni volta che ascolto una canzone di Neil Young, ti penso. Sei grande Luciano e ti voglio bene ....per sempre...
Col cuore e con l'anima che piange..la tua amica Daniela P.

Apprendo solo oggi questa notizia. Ho perso un caro amico e sono molto triste.Un abbraccio a Tatjana e famiglia, Fabio

Sentite condoglianze a Tatjana e Francesca per la scomparsa di Luciano. Mi dispiace molto. Anche mio padre se n'é andato cosí, alla stessa età e con la stessa malattia. Leggevo spesso i suoi pensieri sul blog, era una persona veramente bella. Ho dei figli piccoli, gli faró leggere i suoi libri quando cresceranno.
Un abbraccio

Addio Luciano

Domani voterò 4 si anche PER TE......Ciao..

Daniela

Gentilissima Signora Tatjana,
siamo la classe 1a O della Scuola Media Unificata di Cuneo ed abbiamo avuto la fortuna di incontrare e conoscere Luciano in occasione della manifestazione “Scrittori in città”, tenutasi lo scorso novembre nel nostro capoluogo.
La notizia della sua improvvisa scomparsa ci ha molto sorpresi ed addolorati perché lo consideriamo un grande scrittore, ma insieme una persona straordinaria.
Ne abbiamo parlato in classe ed abbiamo deciso di dirgli non uno ma tanti Grazie per le cose preziose che ci ha regalato attraverso i suoi libri e il suo incontro personale con noi.
Grazie di cuore prima di tutto per le risate e l’allegria che abbiamo condiviso leggendo insieme le sue pagine di Michele Crismani;
Grazie per la disponibilità ad ascoltare e a rispondere alle nostre domande, mettendoci a nostro agio, a parlarci con semplicità ed autoironia della sua esperienza di scrittore per ragazzi;
Grazie soprattutto per la grande gioia di vivere, la fiducia negli uomini e i valori che è riuscito a trasmetterci e che, sappiamo, non l’hanno mai abbandonato neanche nei momenti di sofferenza.
Secondo noi, Luciano, con il suo lavoro, è stato già capace di “cambiare in meglio questo mondo” come tanto desiderava poter fare insieme agli altri artisti e uomini di cultura.
Desideriamo, pertanto, esprimere a tutta la sua famiglia il nostro affetto e la nostra vicinanza, ma anche dire che per ciascuno di noi Luciano è vivo e continuerà ad esserlo: sappiamo di poterlo trovare per dialogare e ridere ancora con lui nelle pagine dei suoi libri e nelle parole che ci ha detto, perché lì sono le sue emozioni, i suoi pensieri e la sua visione della vita che ci porteremo sempre dentro.
I ragazzi della 1a O della Scuola Media Unificata di Cuneo e l’insegnante di Lettere Marina Cometto.

Gentilissima Fam. Comida,
Mi dispiace molto per l’accaduto, Luciano era una persona solare che attraverso i suoi libri ci ha fatto capire com’è importante ridere.
I miei compagni ed io pensiamo che Luciano con i suoi libri, con le sue parole, sia penetrato nelle persone: le parole e i libri sono come la musica, trascinano e fanno sentire delle emozioni diverse da tutte le altre.
Quando si scrive o si compone si crea un’atmosfera magica che non si può cambiare.
Luciano è e sarà sempre una persona immortale perché è nel nostro cuore e anche se non lo vediamo più sarà con noi e ci farà ancora ridere perché continueremo a leggere i suoi libri.
Bravo Luciano, devi essere felice, hai raggiunto il tuo obbiettivo, hai fatto ridere tutti noi!!!
VIVA LUCIANO!!!!
Musilli Luna – classe 1a O Cuneo

Comida sei un grande perché hai combattuto fino in fondo per il tuo desiderio di vivere; con i tuoi libri mi hai fatto capire le emozioni e i rapporti tra gli uomini e il mondo e mi hai fatto cogliere le bellezze della vita.
Mi dispiace molto per la tua scomparsa, ma attraverso i tuoi libri mi rimarrai sempre nel cuore.
GRAZIE LUCIANO!!!!
Borgogno Arianna – classe 1a O Cuneo

Mi dispiace. Altro non dico.

Lo vedi Luciano quante cose belle hai fatto e hai lasciato in tutti noi? E se poi sono dei bambini quelli che ti ricordano con affetto e gioia, vuol dire che sei stato capace di fare molto, moltissimo!!! Il tuo sorriso e la tua anima rimarranno impressi in me come in loro, come in tutti noi che tanto ti abbiamo amato e tantissimo ti amiamo ancora. La vita è un mistero come è la morte. Ma sarà poi davvero.."morte"? Tu vivi in me, in noi e chiedo a .."chi non so" che tu possa guardarci e guidarci nel cammino della vita. Ancora come allora, per sempre. Ciao Luciano e grazie di tutto........

like a hurricane è stata suonata alla fine della cerimonia che si è tenuta oggi alla Chiesa Evangelica di Trieste . Le parole dette dal Padre ,e quelle degli amici, sono state - per una volta - adeguate alla persona della quale tutti i moltissimi presenti sentono la mancanza fisica quanto la presenza spirituale.

http://baotzebao.tumblr.com/post/6862639511

Una Canzone per Luciano.

Un Con/Certo ?

http://baotzebao.tumblr.com/post/6928986244

Ciao Luciano.
Grazie per aver sopportato le mille polemiche con il mio nick-antagonista. Grazie per aver mostrato curiosità, per aver cercato di capire, per aver saputo dialogare.
In una parola, grazie per aver saputo ascoltare.
Mi mancherai.

Fragile Man

La canzone scritta PER luciano da Edward Abbiati

http://baotzebao.tumblr.com/post/7253769788

Ho scoperto questo blog qualche anno fa, quando avevo poco più di 20 anni e, pur senza aver mai commentato, l'ho molto apprezzato. Luciano mi ha fatto conoscere autori meno noti ma formidabili, ricette gustose e spesso ha dato voce anche alle mie idee.

Era da un bel po' che non ritornavo sul blog e con sorpresa e gelo ho appreso la notizia della malattia. Mia mamma, 55 anni, ha scoperto l'anno scorso di avere un tumore allo stomaco, che le è stato asportato tutto. Dopo circa 6 mesi ha avuto una ricaduta e ha dovuto sottoporsi a chemioterapia, due interventi, di cui uno "poco convenzionale" e poi di nuovo chemioterapia. Ora è senza capelli, dimagrita di 20kg, ma sembra che stia bene. A giorni arriveranno i risultati della tac.
So cosa vuol dire affrontare questo tipo di malattia perciò voglio esprimere tutto il mio affetto alla figlia Francesca e a Tatjana. Ora che so quello che è successo vi penserò spesso. Purtroppo davanti a questi eventi "giganti" si prova un forte e frustrante senso di impotenza, che spesso diventa rabbia.
Tatjana e Francesca, spero che vi possa tranquillizzare per qualche momento la vicinanza sincera di chi scrive questi commenti. Un abbraccio

Ne ho scritte di cazzate su questo blog. Mi spiace davvero tanto che te ne sei andato. Non sono nemmeno credente ma sono sicuro che ti divertivi anche tu a leggere certi miei interventi da cattolico integralista. Io ogni tanto li rileggo e mi viene da piangere dal ridere e per il fatto che non ci sei più.

tardi ma con commozione, dal mio dolore, mi unisco al tuo, marina

Luciano, queste pagine bianche non mi piacciono per niente. Prima erano colme delle nostre parole e dei nostri pensieri, delle nostre idee e dei nostri ideali. Tu tra noi che ci ..moderavi e mettevi serenità dove a volte albeggiavano un po' di..frasi non proprio riuscite... E le tue parole erano sempre di tolleranza, comprensione, rabbia positiva verso le ingiustizie sociali..insomma eri il migliore di noi qui dentro...e conserverò per sempre con gran nostalgia il doppio cd di Neil Young che mi regalasti in risposta ai dvd di Ivan Graziani che ti inviai tanto tempo fa. Rimarrai in noi per sempre...Noi non moriremo mai.....!

CCiao Luciano,
oggi è il mio compleanno e sulla bacheca di FB e sul mio Blog mancano i tuoi auguri.
Oh quanto mi manchi e come mi manchi

Ho letto solo ora ..........
Mi mancherai Luciano; nonostante le nostre idee siano opposte; apparentemente inconciliabili.
Mi mancheranno di te l'intelligenza, l'arguzia, la tolleranza; il tuo essere sornione e smaliziato, la tua pacatezza ed il tuo equilibrio, la limpidezza dei tuoi ragionamenti e l'acume delle tue battute.
Mancherà a me ed a questo mondo di plastica, un uomo; un grande uomo, che non era ricco né voleva diventarlo che non era potente e né desiderava esserlo, mancherà a questa società fatua un uomo semplice che dispensava ricette di spaghetti e battute salaci.
Addio Luciano.

Ogni tanto torno a leggere i commenti di questo blog. ne sono commosso. un blog vuoto. un ultimo insegnamento. o il primo. l'insegnamento supremo. attraverso questo spazio di Luciano. ne sarebbe stato fiero, penso. insegnare la contemplazione del vuoto.

A parte le prime righe, trovo molto bello e, seppure sintetico, molto efficace e coinvolgente il rimpianto espresso da unLuca per la scomparsa dell'AMICO Luciano.
Quindi mi associo alle sue parole e, con il suo permesso, faccio mio il suo azzeccatissimo giudizio.

CIAO LUCIANO!

Anche quest'anno, come ormai da diversi anni, leggo Un pacco postale di nome Michele Crismani alla mia nuova classe.
Anche quest'anno, come sempre, i ragazzi ridono, si divertono, si appassionano, mi chiedono per favore di continuare ancora un po'dopo il suono della campanella prima che arrivi l'altra insegnante...
Ormai so che è un successo sicuro quella lettura e centellino i capitoli.
Ma quest'anno leggerlo fa un effetto strano, malinconico, straniante pensando poi che lo scorso anno Comida era venuto da noi a Fagagna e si era parlato di tutto, dalle ricette, ai libri, alla politica...
Mi manca il suo punto di vista qui sul blog su quello che succede quotidianamente.... Una bellissima persona

Quanto mi dispiace leggere questo blog solo a 7 mesi di distanza... non so neppure come ci sono finito...
Diamine, dov'ero fino ad oggi?
O meglio fino al 20 maggio?
Ci conosceremo altrove, Luciano, un abbraccio a te e a chi ti era vicino.

I commenti per questa nota sono chiusi.

Motore di ricerca del Ringhio di Idefix

  • Si clicca su "Motore di ricerca", si apre un link, si clicca su "Ricerca personalizzata" e si usa come il normale Google. Solo che la ricerca è interna al blog

giugno 2015

lun mar mer gio ven sab dom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30