La mia foto

Contatore Shynistat

  • Contatore

I miei vecchi post del blog Kataweb

Altri vecchi post del blog Kataweb

Blog powered by Typepad
Iscritto da 07/2007

Lettura quotidiana della Bibbia

  • • Da "Giacomo, 1,22": "mettete in pratica la parola e non ascoltatela soltanto, illudendo voi stessi"
  • Lettura quotidiana della Bibbia

« Per l'Italia e Berlusconi scriverò a Babbo Natale (alias Gesù Bambino) | Principale | Chi ha detto la cazzatona dell'anno? »

07/11/2010

Commenti

Feed Puoi seguire questa conversazione iscrivendoti al feed dei commenti a questo post.

Staccare la spina è una delle peggiori ipocrisie che si possano utilizzare. Roba da Komunisti.
Che parli chiaro Bersani.
"Il popolo di sinistra deve piantare una pallottola in mezzo agli occhi di Berlusconi"
Inutile parlare con metafore che richiamano l'eutanasia: "Staccare la spina a Eluana Englaro o a Piergiorgio Welby".
Roba da Gulag.

"Staccare la spina" significa spegnere l'omino elettronico impiantato nel cervello di Berlusconi da Don Verzé al San Raffaele, che ormai si comporta come Hal 9000: giro giro tondo, regno rubycondo...

Bellissima metafora Gcanc!
;-D

Teppista invece mi preoccupa.
Ma che avrà voluto dire? con chi ce l'aveva? tutto quel veleno puramente teppistico virgolettato e proiettato per metterlo in bocca ad altri...
Se qualcuno ha il numero della badante del tep, gli ricordi per favore che non ha preso la medicina stamattina e si sta rovinando la domenica schiumazzando bava dappertutto. E poi farteglielo stò gulashm, no? ne parla sempre...
;-)

Giulio, commento stupendo! :-D

Questa fissazione dei kouomuoniesti comincia farmi paura.
Anche su Facebook sta diventando difficile discutere con i berlusconiani. Chi non sta col ducetto di Hardcore appartiene a due specie:
- traditore (se finiano),
- kuomuoniesta (tutti/e coloro che stanno a centrosinistracentro.
Piccolo esempio: con Antonio è in corso un surreale dibattito in cui lui accusa Gustavo Zagrebesly di essere (non invento) "russo" e "comunista". Io replico con pazienza. Però è dura. E' come cercar di tranquillizzare chi vi spiega che l'acqua che esce dal rubinetto è avvelenata col Dentolik dai marziani blu.

...quando tutti sanno che i marziani sono verdolini.

E l'acqua è avvelenata con Pirinùl.

Siete veramente arrivati al fondo della cloaca.
Credo che serva un terapeuta a chi crede di essere il detentore della verità e non abbia ancora capito che il termine “comunista”, non ha nulla a che vedere con il vecchio termine “fascista” usato da quasi tutto l”arco parlamentare” dei bui anni ‘70.
Comunista del XXI secolo è colui che utilizza metodi sovietici di coercizione e imposizione in nome di dell'equità per il popolo sovrano: colui che, soprattutto, a scuola di comunismo c’è stato davvero. I Vendola, i D’Alema, i Mussi, i Bersani che hanno passato le loro estati, anzichè a Rimini, a Soci in quel di Krasnodar (attuale Russia ex Sovietica) a imparare la manipolazione della verità, il sotterfugio politico, la coercizione parolaia fino alla “discriminazione culturale”. E questi signori traslavano, fino agli anni ‘90, la loro cultura alle Frattocchie: agli iscritti del PCI, della FGCI, del PSIUP, del PDUP, ai giovani socialisti di sinistra, fino alla cultura brigatista dei Curcio e compagni. Comunismo è un istinto come il saper andare in bicicletta: una volta imparato non si dimentica mai. Il fascismo, oltre ad autodistruggersi il 25 luglio 1943, fu spazzato da una guerra persa in partenza il 10 giugno 1940 producendo un rigetto in tutta la popolazione: non certo per le solite balle che recita la Costituzione Italiana al capo XII delle Disposizioni transitorie.
Il comunismo italiano ha fatto finta di autoaffondarsi perchè dopo il 1989 era di moda farlo, ma le radici culturali sono rimaste tali e quali.

E Bersani, in questa espressione a lui molto cara - staccare la spina a Berlusconi, al Governo, a Vendola, a Matteo Renzi, a tutti i suoi avversari o concorrenti - intende proprio questo.
Venti grammi di piombo in mezzo agli occhi: proprio come è stato fatto con Eluana Englaro. Staccando la spina.

Teppista, come quasi sempre tu riversi addosso a Tizio delle accuse (in questo caso di essere "kuomuoniesta" nel più buio della sua lurida animaccia). Ma il contenuto di questo qualcosa (cosa sia il "kuomuoniesmo" di cui si viene accusati) sei tu a stabilirlo a tuo insindacabile, arbitrario e mutevole giudizio.
Tu procedi così:
“Lei è un ladro!” dici a Tizio.
“Non è vero” ribatte Tizio. “E poi…cosa avrei rubato?”
“L’auto di Sempronio”
“E quando?”
“Ieri, a mezzogiorno. L’hanno pure fotografata”
“Ma dove?”
“A Torino”
“Se ieri ero ad Atene...”
“Allora la accuso di aver picchiato una vecchietta vicino al Partenone”
“A che ora?”
“Alle sedici”
“Alle 15 ero sull’aereo per tornare in Italia. Ho duecento testimoni”
“Lei resta un ladro”
“Ma come fa a dirlo, scusi?”
“Perchè per me ladro è chi va in Grecia”
Tu procedi così.

Comida, stai farneticando.
Ciò che dici è lontano anni luce da ciò che io sostengo.
Le tue parole sono frasi a cazzo, sconclusionate e senza senso (e come al solito fai giri di parole inutili per non dire al tuo interlocutore che è un imbecille ma il risultato è comunque lo stesso).
Io descrivo un comportamento noto a tutti, scritto su tutti i muri e verificabile "de visu" in ogni momento.
Basta un esempio cretino.
Gentiloni, ex ministro delle comunicazioni, ha deferito "Il Giornale" all'authority delle comunicazione perchè talvolta anzichè usare il termine Berlusconi o Premier usa il termine Silvio: troppo intimo e sintomo di partigianeria.
Gentiloni è solo un comunista. Gli ha riso in faccia anche Padellaro (ed è tutto dire !!)

Teppista, non è così.
L'esposto di Gentiloni si basa su varie questioni (su cui si può discutere e anche non essere d'accordo...per l'amor di Dio...) ma non sulla fesseria dell'uso del nome al posto del cognome).
Alcuni problemi sono:
1) la legge Frattini vieta ai mezzi di informazione di proprietà di parenti fino al secondo grado (dunque anche ai fratelli, dunque anche a Paolo e Silvio Berlusconi) di accordare al parente membro governo qualsiasi "sostegno privilegiato",
2) il Giornale violerebbe sia la legge Mammì che la legge Gasparri (chi possiede televisioni non può essere presente anche nella carta stampata). L'esposto chiede di verificare chi è il VERO editore del Giornale (il "nominale" Paolo Berlusconi oppure il "reale" Silvio Berlusconi?"). E dunque il Pd domanda di verificare: A) se il presidente del Consiglio e le sue aziende hanno un ruolo "nella trasmissione degli utili e delle perdite" del Giornale,
B) se Sivlio Berlusconi sceglie lui il direttore del Giornale (vedi per esempio il caso Feltri-Sallusti),
C) se le sue aziende hanno uomini decisivi nella gestione del Giornale (come Confalonieri nel cda).
La robetta del nome al posto del cognome credo sia solo un granellino di zenzero buttato lì da Gentiloni per insaporire l'esposto.
Comunque, ripeto: cosa c'entra con tutto ciò l'accusa di "kuomuoniesta"? Anche tu dici un sacco di (a mio avviso) cazzatone, ma non per questo ti accuso di essere un venusiano in missione segreta per conto di Sua Altezza Imperiale GljEHFJFH 799°.

Appunto, confermi ciò che affermavo.
Chi è il principale sponsor del PD ?
Il signor Carlo De Benedetti, cittadino svizzero, presidente della CIR (società di diritto italiano) e noto evasore fiscale.
E chi sta facendo la principale lotta politica all'attuale Governo ?
Il quotidiano La Repubblica, di proprietà dell'editoriale l'Espresso, il cui maggior azionista è la CIR, il cui proprietario è un noto evasore fiscale con cittadinanza svizzera, che era presidente della Olivetti S.p.A., nota azienda del Canavese che ha sperperato circa 30.000 miliardi delle vecchie lire avute come finanziamento dello Stato?
E mi si risponderà: ma il signor De Benedetti non fa il Primo Ministro.
Beato lui che, non essendo esposto a nessun riflettore mediatico, anzi, protetto anche dalla FNSI, si fa i cazzi suoi, nell'eolico siciliano in società con noti mafiosi del trapanese.
Si, ma lui non fa il Presidente del consiglio: fa solo l'editore ladro.
Inoltre fai anche confusione con altri esposti: Gentiloni ha usato i termini che ho riportato "...talvolta anzichè usare il termine Berlusconi o Premier usa il termine Silvio..." quale principale argomento dell'esposto.
Roba da Comunisti.

Certo che questo soggetto dal ridicolo nickname di teppista peggiora di giorno in giorno. Non ha neanche un minimo di vergogna e di ritegno nel tirare in mezzo il caso Englaro parlando a vanvera di eutanasia. Ma che si compri un vocabolario prima di scrivere queste stupidaggini. Poi ci fa la lezioncina sul significato "moderno" del termine comunismo con una serie di demenziali affermazioni non degne nemmeno della vituperata casalinga di Voghera.

Antinick, ma non ti sei ancora stufato di farti dare dell'imbecille, dell'inetto, del deficiente, dell'ignorante, del troglodita, del Komunista, dell'impiegato statale parassita, del verme sociale, del trinariciuto, del paraculo, del fattiicazzituoicheèmeglio ?
Guarda che io non mi stufo tanto facilmente e pur di fare il culo a uno di sinistra come te, mi prenderei anche una settimana di ferie.
P.S.: Mi mancava di darti del pensionato.

Suvvia, il teppista è un malato (anche piuttosto grave, direi) di paranoia e si vede sempre di più: compatitelo e non fate caso alle cavolate che scrive.

Caro teppista, si vede che, al di là di quello che sostieni, non hai niente di meglio da fare. Mi fai un po' pena ma da una parte di compatisco pure. Non scenderò mai al tuo livello da trivio anche perché non ne sono capace. Inoltre, dimostrerei come dimostri tu ogni volta che scrivi, l'inconsistenza di argomenti. E' vero che in questo paese, anche per merito del Cavaliere di Hardore, che il non saper dire e fare nulla è motivo di merito e di carriera, ma io spero che questo andazzo stia per finire. Ti auguro una buona serata e ricordati di prendere le benzodiazepine alias tranquillanti. Magari riesci a scrivere un discorso compiuto argomentandolo e pure senza trascendere nel turpiloquio. Lo so che per te è difficile ma io proprio per queso apprezzerò anche il solo tentativo.

Ma guarda un pò! Si scomoda anche il Predonzan dei miei verdoni: il noto esperto di energie; rinnovabili e non (come gli abbonamenti alle riviste pornografiche).
Ti prude la tastiera e non ne puoi fare a meno di sparare cazzate quando leggi il mio nick: ne sei ovviamente abituato appartenendo a quella associazione a delinquere chiamata WWF.
E probabilmente, in quell'organizzazione, il Wildlife è riferito alle menti dei propri associati.
Io scriverò anche cavolate ma tu, caro Predonzan, le cavolate (e grosse) le fai rompendo i coglioni sui rigassificatori, sulla centrale di Monfalcone e sul nucleare.
Sparando cazzate a mitraglia sulle emissioni di CO2 che neanche sai come calcolare.
Stattene a cuccia che è molto meglio: questo non è posto per te.
Antinick, mi viene solo una parola per risponderti ma sono troppo un signore per dirla.

Molto giusta, Luciano, l'osservazione del tuo post. Si va avanti per frasi fatte.
Delizioso poi il dialoghetto che hai messo in uno dei tuoi commenti:-)

Come volevasi dimostrare. Urge consulto medico.

Una new entry delle espressioni idiote: il cerino.

Predonzan, preparati che ho già chiamato il 118: verranno tra momenti a casa tua. Il referto e le cure sono già note: sindrome monomaniacale degenerativa con obbligo permanente di internamento in struttura isolata.
Sai, vista l'età.

Teppista, il tuo commento delle 16.04 è tanto pieno di balzanate (emblematiche di un abbaglio politico-istituzionale) che meriterebbe un libro intero di risposta.
Poi ho letto anche le cose contro Dario Predonzan e il WWF (definita addirittura "associazione a delinquere").
Ahò: questi so' li libberali che m'accuseno de esse' kuomuoniesta.
Non ho parole.

Ragazzi, io sono preoccupato, questa legislatura agonizzante lo ha proprio scompensato.
Ripeto l'appello di stamattina.
Se qualcuno ha il numero della badante di teppista, gli ricordi per favore che non ha preso la medicina stamattina e si sta rovinando la vestaglia schiumazzando bava dappertutto, dice frasi sconnesse, ringhia alle ombre e parte all'attacco contro nemici invisibili.
Una volta avevo un anziano cocker spaniel che faceva così, era devastato dall'otite perforante...

buonanotte

Scrivilo Comida, scrivilo il libro su De Benedetti e la Banda Bassotti Colaninno, Marcegaglia e Caltagirone.
Poi, io ti faccio la prefazione e ne potrai menar vanto.
El_Nino, sei solo un povero pirla, senza idee ma solo ideologie, che scrive in un discreto italiano.
Il resto: solo chiacchiere e distintivo.
Dimenticavo: medicine non ne prendo, di orecchie sto benissimo e una badante sui 25-30 anni, che non ho, non mi dispiacerebbe.
P.S.: Se del caso, preferisco quelle dell'Est; basta che non siano Bielorusse.

Io scrivo i libri che mi pare. E (su commissione) ho scritto solo roba che mi interessava e che (comunque) giudicavo compatibile con le mie possibilità, scribacchinesche e morali.
Se vuoi, 'sto testo su Benedetti e gli altri scrivitelo tu: chi mai te lo impedisce?

"Io scriverò anche cavolate" dice il signor, si fa per dire, teppista.
No, non fare il modesto. Tu scrivi di molto peggio.

"Antinick, mi viene solo una parola per risponderti ma sono troppo un signore per dirla".
Signori si nasce, caro teppista, e purtroppo per te, tu non lo nacqui.

"Dimenticavo: medicine non ne prendo, di orecchie sto benissimo e una badante sui 25-30 anni, che non ho, non mi dispiacerebbe.
P.S.: Se del caso, preferisco quelle dell'Est; basta che non siano Bielorusse".

Che non prendi medicine si vede eccome. Il resto dello scritto sembra la rappresentazione delle squallide frustrazioni di un vecchio laido anche un po' razzista. Si capisce perfettamente che il tuo idolo sia il Cavaliere di Hardcore.

Mi pare che senza aver mai frequentato le Frattocchie Teppista si comporti come il più Komunista di tutti. A volte gli autodidatti riescono a superare di gran lunga coloro che hanno una lunga scuola alle spalle.

Ragazzi, una preghiera: nel commento delle 18.27 il teppista ha fatto una perfetta auto-diagnosi. Trattasi quindi di malato, come supponevo. Dargli corda può solo aggravare la malattia, già abbastanza seria: abbiate pietà di lui e non rispondetegli più.

Luciano, un'osservazione: gli insulti non dovrebbero essere banditi dal blog? "Pirla" (v. sopra alle 21.36) mi pare sia un insulto. O no?


Tornando all'argomento del post, sull'eleganza linguistica dell'espressione: personalmente, che stacchi la spina, che tolga il disturbo, che esca di scena, vada fuori dalle palle o in mona de su' mare, non mi cambia granché, basta che ci liberiamo di lui.
Stiamo piuttosto attenti a ciò che può succedere dopo.

Sono buffe alcune cose:
- questo post usava l'espressione "staccare la spina" solo come esempio (il più recente) tra i tanti possibili del pessimo linguaggio dei politici italiani,
- questo post sbeffeggiava TUTTI POLITICI in generale("al 90%"), senza far nessuna distinzione tra quelli/e di destra, sinistra, centro o dietrofront,
- eppure la canea si è scatenata (lascio stare chi l'abbia avviata e fomentata) concentrandosi sulla frase singola e sulla sinistra.
ANCORA DUE PICCOLE osservazioni:
sì, Dario, è vero, nei commenti a questo post gli insulti si sono sprecati. Quando ho dato a qualcuno del "berlusconiano" ho proprio esagerato.
Marino: in Italia, nei prossimi mesi ne vedremo di tutti i colori. Perchè il Cayman è disposto a tutto.

basta che tolgano a noi la spina dal fianco con tutti i suoi accoliti...ma di fini non ci si può fidaer

Comida, non c'è mica tanto da lasciar perdere: la canea l'ho scatenata io e me ne vanto. Gli altri sono solo dei poveri PIRLA che anziché argomentare con propri esempi e proprie critiche verso amici e nemici perdono il tempo con attacchi personali e con difese estenuanti della propria nicchia ideologica non più difendibile.
E le critiche devono sempre essere distruttive: anche in maniera feroce e triviale.
Ha ragione Calderoli: siamo in una società di fighetta.

Sul fatto che le critiche debbano essere distruttive siamo d'accordissimo: l'ho sempre detto e scritto. Le critiche costruttive non servono a nulla.
Ma ciò che torno a ripetere è questo: la tua smitragliazzata iniziale era completamente fuori bersaglio. Perchè (se rileggi il mio post) vedrai benissimo che io criticavo il linguaggio di TUTTI i politici (almeno al 90%) sia di sinistra che di destra o di centro o di avanti e indrè. E che quella frase in particolare ("staccare la spina") era solo un esempio, scelto perchè è il più recente. E che (stavolta) Berlusconi (nel mio post) non c'entrava niente.

Ognuno faccia la sua parte. Io ho fatto la mia. Gli altri solo chiacchiere.

Come dire...signora mia, bisognerebbe staccarci la spina perchè siamo alla canna del gas col nostro teatrino della politica. E meno male che non mettiamo le mani nelle tasche degli italiani.

...signora mia stia attenta mentre sta alla canna del gas, perchè c'è il rischio che resti col derino in mano...

...cerino in mano...

Restare col derino in mano, non era male. Perchè ce costringeva a cercà 'sta parola neologgistica sur vocabbolario. O su la Pedia de Uichi.

I commenti per questa nota sono chiusi.

Motore di ricerca del Ringhio di Idefix

  • Si clicca su "Motore di ricerca", si apre un link, si clicca su "Ricerca personalizzata" e si usa come il normale Google. Solo che la ricerca è interna al blog

giugno 2015

lun mar mer gio ven sab dom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30