La mia foto

Contatore Shynistat

  • Contatore

I miei vecchi post del blog Kataweb

Altri vecchi post del blog Kataweb

Blog powered by Typepad
Iscritto da 07/2007

Lettura quotidiana della Bibbia

  • • Da "Giacomo, 1,22": "mettete in pratica la parola e non ascoltatela soltanto, illudendo voi stessi"
  • Lettura quotidiana della Bibbia

« Tre film e tre titoli | Principale | Un feroce video sul PD: partendo da un'orrendissima dichiarazione di Luciano Violante »

05/08/2010

Commenti

Feed Puoi seguire questa conversazione iscrivendoti al feed dei commenti a questo post.

Una vera opposizione dovrebbe "gioire" di questa situazione ed essere prontissima per le elezioni... invece evocano un governo tecnico di Tremonti. Che pena!

Luciano, ti stai citando addosso...
e non è bello!
;-)

Ti cito un altro tipo da un altro post: " con questa classe dirigente la domanda non è come facciamo a battere Berlusconi alle prossime elezioni. ma è quante generazioni ci vorranno per battere berlusconi?..." e giù applausi fischi e sgomento. Tutti giù per terra.

Mi pare in questo momento abbastanza inutile rammaricarsi dell'insufficienza dell'opposizione. È un dato scontato (del resto, se fossimo più capaci, saremmo già al governo - uso il noi, perché della debolezza dell'opp. qualche responsabilità abbiamo anche noi).

Piuttosto: dato che la situazione è questa, non vedo che ci sia da strapparsi i capelli se si pensa a un governo di transizione.
Il punto primo è vedere se si riesce a mettere Berl. fuori gioco. È il primo passo (e non sarà affatto semplice). È il primo passo, ma è importantissimo, perché l'anomalia che lui rappresenta è molto di più e di peggio di un governo di destra, secondo me.

Che senso ha gridare Elezioni? Per andare a votare con la campagna elettorale tutta ancora nelle sue mani? con la par condicio modificata in modo da dare spazio a lui solo? Con questa stessa legge elettorale che creerà di nuovo un parlamento di "dipendenti nominati" dal padrone e dai gruppi dirigenti dei partiti vari?
Per far vincere ancora lui, la Vittima dei traditori e dei persecutori?

Se in Italia esistesse un'opposizione all'altezza del suo compito, sarebbe pronta alle elezioni. E (davanti a un governo così inetto e ingiusto, a una destra così lacerata, a un Berlusconi così assediato dalla merda degli scandali propri e dei suoi amici/servi/complici, a una chiesa che in ampi settori si sta rompendo le scatole dell'andazzo) le stravincerebbe, le elezioni. Con la banda.
Ma questi dirigenti sono talmente inetti e incapaci, infingardi e funzionali al sistema, che sarebbero capaci di perderle.

Su Repubblica, una psichedelica intervista a Bersani, in cui non si capisce niente, ma proprio niente, di cosa voglia il Partito Democratico, oltre a far cadere il governo Berlusconi: http://www.repubblica.it/politica/2010/08/06/news/bersani_intervista-6100711/?ref=HREA-1
E in cui vi sono delle singole frasi davvero stupefacenti, completamente fuori dalla realtà. Come questa, che ancora rido:
"Berlusconi e Bossi sono totalmente nel pallone. Come sono arrivati a questo punto? Grazie all'iniziativa incalzante del PD e dell'opposizione"

Luciano: purtroppo non c'è tanto da ridere. Io francamente non riesco a pensare che Bersani creda veramente ad una cosa così fuori dalla realtà. Io credo che si renda conto dell'assoluta inadeguatezza del PD a svolgere il ruolo di opposizione, non tanto per i numeri (alla fine non sono pochissimi in parlamento) quanto per la mancanza di contenuti espressi dal PD. A furia di ricercare il consenso del leggendario "elettorato moderato" (che però ha già Casini nel quale riconoscersi) il PD ha sviluppato un atteggiamento anodino su qualsiasi questione fino a diventare non rappresentativo.
Che dovrebbe fare il povero Bersani in questa situazione? Ammettere lo sfacelo? No, preferisce recitare il suo ruolo fino in fondo e raccontare favole più al suo partito che agli elettori.

Alcune parole che io bandirei dalla politica:
- moderato,
- giustizialista,
- uso politico della giustizia,
- bipartisan,
- riforme condivise,
- abbassare i toni,
- demonizzare,
- federalismo...

Già. Soprattutto perché si tratta di slogan vuoti

O (peggio) truffaldini.
Vediamo infatti i sinonimi.
- Moderato: persona ipocrita.
- Giustizialista: persona onesto.
- Uso politico della giustizia: aho! M'hanno beccato.
- Bipartisan: nell'interesse della classe politica e contro gli interessi dei cittadini.
- Riforme condivise: leggi che interessano a Berlusconi e che l'opposizione dovrebbe votare pure lei.
- Abbassare i toni: intanto che io te meno, tu stattene zitto.
- Demonizzare: ah stronzone figlio de 'na mignotta zozza e de 'n pedofilo 'nfame, non ti permettere mai più di chiamarmi "indagato".
- Federalismo: le nostre regioni del Nord sono produttive e ricche e voi del Sud attaccatevi al cazzo.

Dunquer ci ho alcune considerazioni.
La prima è: scordateve che se togliamo la parola moderati, vincemo le elezioni anche solo a sgurgola inferiore in provincia di Livorno. Salvo gino pino e dino, questo è un paese ancora cattolico e di destra. Per non usare altre parole.
L'opposizione è quella che è, e io non sono tutto sommato tanto scandalizzata dalla pochezza dei contenuti. Perchè a dire il vero io in molti contenuti espressi verbalmente mi riconosco, ho condiviso dei programmi. I miei problemi con la sinistra sono altri.
1. l'incapacità a tradurre praticamente i propositi vantati in campagna elettorale che c'erano e m'annavano bene. Parte è colpa di una scissione del paese 50 vs 50 per cui non puoi andare a fare pipi che incontri un ostacolo della tua stessa forza, ma parte è il grave problema 2. La sinistra è in mano a soggetti politicamente capaci, più di quanto la lamentazio retorica di noantri sia disposta a credere, ma con la perniciosa tendenza a affossare le energie nuove. Serracchiani è stata mandata al cimitero degli elefanti del parlamento europeo, e ora Vendola (anche se a me discorso della luce me fa rima co' duce, ma è un problema mio) è ostacolato a ogni piè sospinto. C'è qualcosa di canceroso in questa gerontocrazia.
E comunque, per le elezioni non siamo pronti.

Per chi non va e quindi non l'ha letta su FB
:
la Repubblica L'ANALISI - di Curzio Maltese
La catastrofe da evitare
www.repubblica.it
.
"Nella storia d'Italia le pagliacciate tendono a finire in tragedia. Lo scoppio della bolla del berlusconismo era prevedibile e previsto, ma purtroppo non dal soggetto in teoria più interessato: l'opposizione"

Perché l'opposizione è finta :-(

Io ormai del Pd rido e basta.
E pure Vendola lo trovo comico. Problema mio.

http://tic-talkischeap.blogspot.com/2010/08/dellintercettazione-come-genere.html

Mi sembra che una risata sia l'unico modo per ripartire. Una partenza leggera inizia sempre con un distacco, che la risata accompagna con il giusto stile.
Vi segnalo questo filmato di Roberto Benigni, da RAI3, al momento 1.57. Tutto interessante e divertente, ma a quel minuto trovate una riflessione sul PD folgorante.

http://www.youtube.com/watch?v=QIyiXJXZDmU

Per chi nun vuole andare a vederselo, trascrivo a braccio.
" Tutto è di sinistra: giudici della corte costituzionale, il presidente della repubblica. La stampa è di sinistra. I telegiornali sono di sinistra. Immaginatevi, se fosse di sinistra anche il Partito Democratico sarebbe una roba tremenda!"

Quoto Tic, gemello di nick e, ho scoperto, pure di name

Zau: Sgurgola (ci sono stato a fare un incontro con le scuole) non è vicina a Livorno bensì ad Anagni nel Lazzzio.

Vorrai dire nel Ladzie

Ma che siamo scazzati anche noi...?!
ma insomma è davvero fantascienza sperare, sognare, chiedere che si proceda a qualche altra votazione farlocca per dimostrare che i numeri non ci sono e per costringere napolitano per una volta a fare una cosa alla Scalfaro?
E chiedere a tutte le forze non berlusconizzate al 100% di mettersi d'accordo per fare un Patto di legislatura per fare cose semplici e necessarie:
1 - legge elettorale con le preferenze (e toglierei anche l'uninominale...)
2 - vincoli uguali per tutti i partiti per le spese di propaganda, ma liberi per i comizi.
3 - nomina di un cda RAI di transizione con figure di pura nomina partitocratica, ma rappresentative di tutti gli schieramenti presenti in parlamento.
4 - sospensione immediata di tutte le leggi porcata approvate o avviate nella presente legislatura.
5 - Immediato ritiro dalle 'missioni di pace' con immediato riversamento dei relativi 150 mld di euri su sicurezza, giustizia, istruzione e sanità.

Non mi illudo si possa discutere di conflitto di interessi o di pluralismo nei media e nel mercato pubblicitario nel corso dell'attuale legislatura.
ma si deve andare alle urne con tale obiettivo per costruire le condizioni per cui un nuovo berlusconi possa emergere solo battendosi alla pari con gli altri.
per arrivare a tale nuova legislatura si deve però andare al voto con mutate condizioni elettorali, nel senso tecnico di un nuovo mattarellum, e con uno scenario dei media in qualche modo imbrigliato e controllato.

E poi chi è più bravo, vinca e si assuma la respionsabilità di risanare e risvegliare il paese, cominciando però da una stagione legislativa che rimuova i vuoti normativi che hanno consentito il berlusconismo mediatico e la contorsione delle istituzioni democratiche a beneficio di un tycoon con problemi di relazione col codice civile e penale.

Lo Stato di Diritto e la forma Democratica dovranno essere in prima istanza i valori aggreganti che possono unire schieramenti che giustamente poi avranno modo di disegnare percorsi diversi e alternativi.

Luciano lo sa bene un romano ndo sta Sgurgola, essa è un luogo del cuore, come dire in culo alla luna ecco, che trascende. Esistono sgurgole ovunque per il romano, intese come luoghi difficili da trovare dispersi nelle campagne.

magari El_NINO
M A G A R I !!!

Infatti, El Nino: magari. Penso sia impossibile. Però il Pd (se fosse un partito serio e non quel budino mal riuscito) questo dovrebbe proporre. A gran voce, chiaro e forte.

Concordo, Luciano, con te!!! Non si può non pensar male se l'opposizione non riesce di fronte alle nefandezze di Berlusca e dei suoi a non far nulla. Anche solo certe dichiarazioni che ha fatto altrove avrebbero fatto insorgere l'indignazione generale.
Di quali dossier hanno paura? Conniventi, ricattabili?

Splendidi i tuoi sinonimi!!!

Ma scusatemi, uscire dalla crisi politica attuale non è mica (fortunatamente) un compito delle sole opposizioni.

Se un minimo di senso di responsabilità e di conservazione delle istituzioni è rimasto nell'attuale classe politica non ptretendo che sia sopravvisuta in vitro solo tra i piddini. Anzi il sussulto dei finiani dimostra che alcuni ceppi sopravvissero anche sotto la cappa berlusconiana. E poi ci sono i Casinisti che a parole hanno sempre rivendicato di essere i custodi del sacro fuoco istituzionale.
I valorosi Jedi che devono avviare questo nuovo CLN non li dobbiamo cercare solo nel confusissimo PD.
Io mi aspetto che intervengano anche personalità e forme associative che sono attualmente fuori dal Parlamento eletto col porcellum, primo puntello da abbattere per un mondo migliore ed una Camera più igienizzata.

Sono con te, El Nino: l'IdV e il PD (per quanto rivitalizzato da una botta di vita e da una nuova relazione erotica) non possono bastare, da soli. Serve assolutamente che i cittadini (NOI cittadini) che in questi mesi e anni abbiamo (fuori dai partiti) manifestato scritto firmato presidiato protestato fotografato strillato parlato appellato eccetera entriamo in pieno nel "gioco politico".

Non mi stancherò mai di citare un amico romano di Rifondazione che diceva "D'Alema è un fijo de 'na mignotta peggio de Berlusconi". Sabrina si chiede se il Pd è connivente. Ma qualcuno ha ancora dei dubbi?

Con tutto il male che penso e scrivo di Dalemassimo, il tuo amico di Rifondazione dimentica un semplice fatto: D'Alema non possiede tre televisioni, la Mondadori, la Medusa, eccetera. Non ha il miglior amico condannato a nove anni per mafia, il suo avvocato non ha corrotto giudici per comprargli processi, non aveva come strettissimi collaboratori dei boss mafiosi, non è circondato da una cricca di manigoldi che finiscono in galera uno dopo l'altro...

beh, infatti.
Penso sia leggermente più urgente e importante per il paese uscire dal berlusconismo, piuttosto che determinare i costumi della mamma di Massimo dell'ingegno colminimorisultato Dalema.
O no?

Ciò non toglie che la Cosa - Pds - PD abbiano largamente contribuito con pensieri, parole, opere e OMISSIONI...

Sono d'accordo con te.
La sinistra deve liberarsi di questo pessimo gruppo dirigente, ma senza far l'errore di prospettiva di dire "ahò! So' uguali a BBerluscò"
Perchè chi dice così non ha capito niente.
O molto poco.

I commenti per questa nota sono chiusi.

Motore di ricerca del Ringhio di Idefix

  • Si clicca su "Motore di ricerca", si apre un link, si clicca su "Ricerca personalizzata" e si usa come il normale Google. Solo che la ricerca è interna al blog

giugno 2015

lun mar mer gio ven sab dom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30