La mia foto

Contatore Shynistat

  • Contatore

I miei vecchi post del blog Kataweb

Altri vecchi post del blog Kataweb

Blog powered by Typepad
Iscritto da 07/2007

Lettura quotidiana della Bibbia

  • • Da "Giacomo, 1,22": "mettete in pratica la parola e non ascoltatela soltanto, illudendo voi stessi"
  • Lettura quotidiana della Bibbia

« Il limite di Rai per una notte | Principale | Sulle elezioni regionali: subito a caldo e poi a mente fredda »

28/03/2010

Commenti

Feed Puoi seguire questa conversazione iscrivendoti al feed dei commenti a questo post.

Son quegli stessi genitori imbecilli che vanno a difendere i figli a scuola se un professore o una professoressa li richiama, o se mette loro un brutto voto, o se i geneticamente imbecilli figli fanno qualcosa tipo picchiare un coetaneo e riprendere tutto col videofonino di ultima generazione.
Io metterei in galera prima gli imbecilli adulti e poi le loro estensioni in forma di essere umano.

Talis pater, talis filius.

Quello dell'imbecillità è un pozzo senza fondo.
Non si sa se è quella dei padri che ricade sui figli o quella dei figli a ricadere sui padri.
Un perverso loop di imbecillità incommensurbile.

Ho appena visto il servizio di report sulla sicurezza stradale. Dati agghiaccianti e i giudici di pace che fanno a gara a favorire i furbi

A Roma la giunta Alemanno ha preso (come testimonial contro il bullismo nelle scuole) il cantante Nino D'Angelo, condannato a sette mesi per aggressione.

Non ho capito, non mi è chiaro se
questi ragazzi hanno messo in pratica i principi e i valori e i comportamenti notati in casa e tra la parentela,
oppure se abbiano fatto quell'azione in opposizione ai controlli troppo stretti cui sono sottoposti in casa...

Non credo di tratti di controlli troppo stretti, i genitori hanno giustificato il dissennato comportamento.

Padri e figli sono prodotto del nostro tempo storico, prodotto degli ideali in declino, delle false e vane motivazioni della vita, della sfrenata materialità e dell'apparire a tutti i costi... chissà se sarebbero capaci di mettere in rischio la loro vita (figli e padri ) per proteggere, per esempio, la libertà di espressione!
Felice serata, Luciano.
Rino!

A me non interessa per quale motivo quei genitori e quei figli metterebbero a rischio la loro vita.
Non voglio che, incrociandoli mentre guido, con i loro comportamenti criminali mettano a rischio la mia.
Loro si possono ammazzare come vogliono, se sono così stupidi. E se i loro genitori non capiscono una cosa così semplice vuol dire che sono ancora più idioti dei loro figli

A scuola, qualunque ragazzino sia beccato in fallo (mentre copia, suggerisce, tita carta con la cerbottana, chiacchiera ecc.), di fronte a un richiamo, ha sempre una sola risposta (anzi, domanda): "Ma cosa ho fatto?"
Molti non bluffano. semplicemente non si rendono conto che stanno trasgredendo una norma, qualunque essa sia.
Non parliamo di capacità di autocontrollo, perchè (salvo rare eccezioni) è sparito.
Poi, magari sono anche sensibili e carini...

I commenti per questa nota sono chiusi.

Motore di ricerca del Ringhio di Idefix

  • Si clicca su "Motore di ricerca", si apre un link, si clicca su "Ricerca personalizzata" e si usa come il normale Google. Solo che la ricerca è interna al blog

giugno 2015

lun mar mer gio ven sab dom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30