La mia foto

Contatore Shynistat

  • Contatore

I miei vecchi post del blog Kataweb

Altri vecchi post del blog Kataweb

Blog powered by Typepad
Iscritto da 07/2007

Lettura quotidiana della Bibbia

  • • Da "Giacomo, 1,22": "mettete in pratica la parola e non ascoltatela soltanto, illudendo voi stessi"
  • Lettura quotidiana della Bibbia

« Elezioni veneziane: la Brunetta che piace | Principale | Due grandi letture: Sopra eroi e tombe, Il paese dei ciechi »

31/03/2010

Commenti

Feed Puoi seguire questa conversazione iscrivendoti al feed dei commenti a questo post.

Mi sono permessa di riportare le ultime frasi (che condivido al 200%) nel blog di Tic.

C'è un problema ideologico e di sistema sociale: se una volta le regole da stabilire erano basate sul principio del "giusto o non giusto", oggi il principio è "ce lo possiamo permettere o no", perché sono i sistemi economici a dettare legge. Se salta il principio etico, quello che irrobustisce la società e la rende coesa attorno ad una concezione "politica" forte, anche la classe dirigente futura non potrà che essere animata da un individualismo sfrenato, che porta esclusivamente alla lotta per il potere, all'accaparramento della ricchezza, alla rincorsa del benessere economico. In quel senso sono d'accordo sulla ricerca e il riconoscimento del "noi", futura umanità...ehm...

Luciano: hai ragione, non è un bel quadro

una persona che io eleggerei a Leader
:
""that blend of human qualities and behaviour exhibited by an individual that encourages others to achieve MORE success than they would otherwise achieve, particularly in adverse or challenging circumstances.""

Provo a tradurre sintetizzando?
Un leader e' chi riesce a tirar fuori il meglio degli altri anche nelle peggiori circostanze.

Certo che ormai come si sono messe le cose, correte il rischio di trasformarvi in un club di nostalgici. Avete presente le gag con Aldo Giovanni e Giacomo anziani ma sempre combattivi ? Ecco, si, è l’immagine giusta per questa sinistra che si rispecchia bene anche nei vari blog tutti rigorosamente autoreferenziali che stanno in giro per la rete. Io comunque dalla lista Togliatti lo leverei, poteva funzionare fino a quando ci sono stati i comunisti in unione sovietica.

In questi giorni, due, ho letto con attenzione i commenti dei lettori del sole24ore e de IlGiornale. Io curioso perché non capisco e mi sembra che non ci sia molto da capire: c'è molta rabbia e rancore, rispetto una sinistra che in realtà non esiste. Non esiste perché il PD ha una posizione che definirei più di centro che di sinistra. D'altronde, la trasformazione del sistema di rappresentanza italiana verso un bipolarismo partitico, mancato, è riuscita solo a togliere elettorato. Non esiste una chiara ed inequivocabile presa di posizione su nessun tema importante. Non si sa se il Pd sia per la privatizzazione dell'acqua, ad esempio. Non si sa se potrà accompagnarci verso una società più moderna, dove le coppie di fatto siano riconosciute, indifferentemente se sono gaie o meno. Rispetto a questa situazione è facile essere d'accordo con Luciano: non esiste una classe dirigente nata dai partiti della precedente repubblica che abbia saputo gestire questo periodo caratterizzato dal monopolio culturale costruito da Berlusconi. Gestito significa riuscire a creare una struttura, partito o movimento, capace di imporre parole d'ordine, cioè tematiche sociali condivise, diverse da quelle dettate dalle televisioni. In questo momneto imperano delle paure viscerali, che nascono dalla pancia, e non idee. Chi è riuscito nell'intento, è stato Bossi con la sua lega, che ha cavalcato la situazione senza lasciarsi travolgere. E all'orrizonte non c'è nessun orizzonte: 'a da passà la nuttata", vedi Minzolini.

Paola e Luciano:
parafrasando,
mi sa che oggi il " leader per antonomasia sia chi riesce a tirar fuori il peggio degli altri anche nelle migliori circostanze" :-(

Il problema a sinistra è che una volta trovato il leader, sono pronti già i suoi killer (politici s'intende).


Ilva,
questo è quello che i Followers del Leader in carica vogliono, ambiscono ...
Così comincio a chiedermi e a porre la domanda ad alta voce a chi incontro "Voglio vivere vicino ad una persona che la pensa come te?"
cioè,
...e lo chiedo a ME stessa ...
lo accetto ?
Se sì, in nome di "che cosa " ?
????
Altrimenti cosa posso fare ?
-
-
Jubal,
ormai lo sanno anche i muri che il primo compito di un Leader è quello di NON farsi ammazzare,
quindi credo sia ora di mettere in naftalina “sentenze” come la tua.

Se continuiamo a ragionare come Te Jubal,
manco riusiamo a riconoscere un buon Leader, quando ci si presenta davanti…

E poi ionsomma dove è finita la Stima per Noi Stessi ?
Dove è finita la nostra voglia di vivere per ” costruire un’esistenza soddisfacente “

Ecco l'esempio di un Leader (NoN politico, in questo caso) per me.
Ecco come si comporta e come parla un Leader
:
http://tempovissuto.blogspot.com/2010/03/competizione-superbia-capitalismo-e.html

Paola, le tue sono domande da un milione di dollari. Anch'io me le pongo.
"Voglia di lottare per costruire un'esistenza soddisfacente"?
In questo momento, sono vicina al punto di gettare la spugna...
Mi sento impotente, ininfluente, quasi rassegnata. Molto meglio quando mi incazzavo!

Hobserver: io non ho nessuna simpatia umana ne' alcuna affinita' politica per Palmiro Togliatti.
L'ho pero' inserito nell'elenco perche' fu un leader politico forte, emerso in circostanze difficilissime, a differenza dei tanti smidollati di adesso.
(Veltroni che, dopo essere stato debolissimo con Berlusconi, oggi se ne viene fuori con "bisogna essere aggressivi", fa ridere ed e' la dimostrazione che questo e' un gruppo "dirigente" incredibile, con cui non si vincera' mai e, se anche dovesse capitare di vincer le elezioni, sarebbe per caso)

Non le ritengo domande da un milione di dollari.
Le ritengo domande coerenti con i nostri tempi e quindi da porre.
Coraggio, Ilva e tutti/e.
Altrimenti non se ne esce e non si progredisce. Alcune persone, in alcune parti del mondo, queste domande se le sono poste e vi hanno già risposto ...
Coraggio,
ORA bisogna PUR rimboccarsi le maniche ...

""Molto meglio quando mi incazzavo!""
.
Sì, OK Ilva
.
ma "almeno" ti incazzavi per le cose giuse e soprattutto nel MODO giusto ?

Parliamo di fatti:
E' un fatto che il Pd è diventato un calzaturificio a furia di farsi le scarpe a vicenda tra le varie fazioni.
E' un fatto che appena si affaccia un volto nuovo (es. Marino o Serracchiani) viene subito estromesso dal gioco.
E' un fatto che il Pd è ormai un partito teso alla protezione dei propri gruppi di potere.
Vendola l'ha capito, ed è per questo che ha chiesto una "formattazione" di tutto il centrosinistra, proprio per (come dice P@ola) non farsi ammazzare.
Poiché stando così le cose, non c'è leader che possa attecchire, sia anch'egli Rambo.

No non sapreste riconoscere un leader, non sarebbe mai abbastanza di sinistra o di sinistra nel modo giusto. Non andava bene la Bonino governatore nel Lazio ? Non come capo del PD ! Si che andava bene, andava benissimo, ma a furia di votarla tappandosi il naso c’è il rischio di fare la croce fuori dal foglio e infatti ha perso. Non una parola in suo favore in nessun blog nemmeno questo! Almeno il popolo della destra ha saputo bocciare un coglione come Brunetta, è un popolo che ragiona, a modo suo ma ragiona. Un leghista va bene ma un coglione no ! Voi invece siete come D’alema che sperava che Vendola perdesse. Comici, siete dei comici.

Hobserver: non ho capito tutto il tuo commento.
1) Se e' per quanto riguarda Vendola e D'Alema, io sono stato tutto dalla parte del primo e completamente (piu' e piu' volte) contro il secondo.
2) Che il "popolo della destra" ragioni, non so: da sedici anni segue Silvio Berlusconi e Umberto Bossi. E Brunetta lo hanno bocciato gli elettori veneziani che hanno votato ancora una volta per il candidato di centrosinistra.

... a Bbonino dicevo ...

...a Bbonino beh?
Non ho capito che doveva fare lei, o qualcun altro contro di lei lei , nè perchè.
Pregasi spiegare meglio!

Viste le condizioni in cui correva, ha fatto fin troppo. Secondo me.

Lei si, sono i compagni che non me li vedo a sgomitare per votarla.

come si fa a sapere chi l'ha o non l'ha votata?
Io personalmente l'avrei votata, ci puoi scommetere. Anche se non ho mai votato per i radicali.

Hobserver: nel Lazio avrei votato per Emma Bonino senza alcun dubbio. Dopo di che:
1) non ho mai votato per il Partito radicale,
2) non mi sognerei mai di indicare un uomo (o donna) radicale come leader della sinistra italiana: la loro matrice NON e' di sinistra (basta vedere tante scelte di destra che i radicali hanno fatto negli ultimi quindici anni, liberiste piu' che liberali). Possono (e devono essere) parte (imprescindibile) di un progetto e di un'alleanza ma non certo il cuore e la "sala comando" della sinistra.

Luciano, condivido.
A proposito BUONA PASQUA, a te e Tatiana.

I commenti per questa nota sono chiusi.

Motore di ricerca del Ringhio di Idefix

  • Si clicca su "Motore di ricerca", si apre un link, si clicca su "Ricerca personalizzata" e si usa come il normale Google. Solo che la ricerca è interna al blog

giugno 2015

lun mar mer gio ven sab dom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30