La mia foto

Contatore Shynistat

  • Contatore

I miei vecchi post del blog Kataweb

Altri vecchi post del blog Kataweb

Blog powered by Typepad
Iscritto da 07/2007

Lettura quotidiana della Bibbia

  • • Da "Giacomo, 1,22": "mettete in pratica la parola e non ascoltatela soltanto, illudendo voi stessi"
  • Lettura quotidiana della Bibbia

« I due gay, l'aggressore, il mancato arresto e l'indignato sindaco Alemanno | Principale | Emicrania (ma anche l'unico privilegio di esser malati) »

23/08/2009

Commenti

Feed Puoi seguire questa conversazione iscrivendoti al feed dei commenti a questo post.

Fortunato, Ongaro, ad avere amici come te...
Martedì ordino in libreria LA TAVERNA DEL DOGE LOREDAN e quando mi arriva lo leggo subito.
Mi fido di te.
Anche se a me LA VERSIONE DI BARNEY è piaciuta parecchio.

Fortunato io ad avere amici come Ongaro.
Ieri l'ho sentito al telefono: sta finendo il libro nuovo.
Intanto in autunno la Piemme pubblicherà LA MASCHERA DI ANTENORE (me l'ha fatto leggere un paio di anni fa ed è un gran bel romanzo). Insomma, non se ne sta con le mani in mano.
Sulla TAVERNA, ne riparliamo quando l'avrai letto: spero che entrarai a far parte del club.

auguri..non lo conosco, ma vedo che riceve grandi attestati di stima (aaaanche il contestato D'Orrico, ha parlato di lui molte volte, con grande stima e ammirazione)

(troppe a, scusa.Tastiera di biblioteca imbizzarrita)

Condivido. Anche a me piace questo scrittore.

La "Taverna del Doge Loredan" è un fottuto capolavoro!!!!
Anch'io devo ringraziare Luciano per avermi fatto conoscere Ongaro.
Forse il miglior scrittore vivente in Italia ( se Sclavi si decidesse a tornare il pompa magna).

Alberto è un grande.
Anch'io l'ho conoscito grazie a Luciano, grazie a "La taverna del doge Loredan", che ho letto in un solo lunghissimo appagante sorso, in una notte indimenticabile di qualche anno fa.
Poi gli altri romanzi, uno dopo l'altro, trovando certo anch'io ne "La strategia del caso" l'impegno etico e la sapienza narrativa che vi ha letto Luciano.
Poi l'ho conosciuto di persona, prima per lettera, poi al telefono, poi nella sua bella casa del Lido.
Una strana confortante amicizia che, se non ha il dono dell'assiduità, ne ha tutti gli altri.
Sicuramente, più ancora che di affetto, è fatta di una stima senza la minima ombra per l'uomo che si è presto sovrapposta a quella per lo scrittore, un autentico Maestro.
Per lui, assieme a Luciano, ho anche litigato con un imbecille. E lo rifarei, in qualsiasi momento.
Auguri Alberto!

L'imbecille a cui accenna Walter è un "critico". Su un quotidiano nazionale aveva attaccato Ongaro in modo stupido, con motivazioni assurde, pretestuose e ignoranti. Io e Walter ("ultras della curva nord" ci ha poi definiti costui) siamo intervenuti per lettera replicando punto per punto (urbanamente anche se polemicamente). Per l'amor di Dio...il campo della critica letteraria è ampio e libero. Però fesserie oggettive non si possono nè devono scrivere. Esempio: io posso criticare Gadda per la sua lingua difficile e troppo complessa. Ma non posso dire che Gadda è un poeta del Millesettecento.
Il "Costui" in questione diceva (su Ongaro) cose stupide e ignoranti.

Anche per me Alberto Ongaro è il più struggente scrittore italiano. Lo amo da tempo e leggo e rileggo i suoi libri così densi di trasversale poesia esistenziale, di asciutto lirismo, e di un senso del tempo e delle cose perdute, continuamente ricercate e evocate che mi emoziona profondamente. "L'ombra abitata" e "Interno argentino" sono capolavori, nonché "La versione spagnola"

Un salutone, Mauro. E buone feste a te e alle persone che ti sono care.

Ho letto il tuo blog esono rimasto molto colpito dall'affetto e
dalla stima dei lettori che mi seguono .Poichè non ho familiarità con questo
tipo di comunicazione mi farebbe piacere se tu li ringraziassi a nome mio .Un
caro saluto e un abbraccio Alberto

Il testo di Alberto Ongaro l'ho inserito: lui me l'aveva mandato per email.


mi è capitato tra le mani un libro che avevo comperato nel
l'88 e mai letto. L'ombra abitata-e ne sono rimasta entusiasta, non avrei mai voluto che finisse. Leggerò
sicuramente anche gli altri.
Grazie Ongaro, ero a Parigi negli anni 58-65 e il tuo libro mi ci ha riportato

Cara Silva: se ripassi sul blog, sappi che ho inoltrato via email il tuo commento ad Alberto: ti ringrazia molto e ti saluta caldamente (anche visto il freddo di questi giorni). Qua a Trieste la bora soffia fortissimo e mi sa che arriva fino in laguna al Lido di Venezia, dove Ongaro sta finendo di scrivere il nuovo romanzo. Non vedo l'ora di leggerlo.
Nella mia vita, pochi maschi mi hanno fatto passare così tante ore di piacere come Alberto Ongaro.

Grazie! Grazie! Grazie ad Alberto Ongaro per il bellissimo e intenso romanzo "La Taverna del Doge Loredan" così ricco e denso e straripante di fantasiose creature e intersezioni di avventurose magie. L'ho letto in soli due giorni!Ma come è possibile che non si parli di più di un autore tanto geniale? Adesso voglio cercare tutti gli altri suoi libri e leggerli.

Voi non avete idea di quanto mi faccia piacere leggere queste cose: sapere che i libri di Alberto conquistano nuovi lettori è una gioia che mi godo in pieno. Perchè è depurata da quel fondo un po' limaccioso che hanno i complimenti che arrivano a noi per i nostri successi.

I commenti per questa nota sono chiusi.

Motore di ricerca del Ringhio di Idefix

  • Si clicca su "Motore di ricerca", si apre un link, si clicca su "Ricerca personalizzata" e si usa come il normale Google. Solo che la ricerca è interna al blog

giugno 2015

lun mar mer gio ven sab dom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30