La mia foto

Contatore Shynistat

  • Contatore

I miei vecchi post del blog Kataweb

Altri vecchi post del blog Kataweb

Blog powered by Typepad
Iscritto da 07/2007

Lettura quotidiana della Bibbia

  • • Da "Giacomo, 1,22": "mettete in pratica la parola e non ascoltatela soltanto, illudendo voi stessi"
  • Lettura quotidiana della Bibbia

« Autovelox | Principale | I cani randagi »

15/03/2009

Commenti

Feed Puoi seguire questa conversazione iscrivendoti al feed dei commenti a questo post.

Beh, forse dal numero di targa del SUV si potrà risalire (privacy permettendo) al nome del proprietario e quindi - con ogni probabilità - a quello dell'omuncolo in questione. Da annotare e conservare con cura: hai visto mai che in futuro possa tornare utile?
Nel frattempo, magari, qualcuno potrebbe - per sbaglio e del tutto involontariamente, è chiaro - incidere una bella riga sulla carrozzeria di quel SUV....

E' evidente che, quando l'omuncolo si è allontanato per andare in salumeria, il Demone tentatore mi ha sussurrato: "tira fuori il mazzo di chiavi e fagli uno sfregio sulla carrozzeria". Al Demone ho replicato: "Sai benissimo che ciò mi stuzzica. Però no, no e poi no"
"E perchè no?" m'ha domandato il Demone.
"Sai benissimo anche questo: perchè è una cosa becera che farebbe l'omunocooo E se lo facessi anch'io mi metterei al livello del'omunoolo. E se mi comportassi come lui non potrei più guardarmi allo specchio e dire o scrivere più nulla contro l'Italia berlusconica. E poi, Demone, parliamoci chiaro...a te t'ha mandato SB"
Puffffff, il Demone s'è dissolto.
(E neanche Dario, pur contrarissimo alla subcultura antiambientalista dei Suv e al loro orribile e cafonesco status symbol, farebbe la riga sulla carrozzeria)

In effetti, anche se ne ho avuto la tentazione, non ho mai fatto righe su nessuna carrozzeria. Neanche quando un cazzone ha parcheggiato l'auto davanti al mio portone, in modo da impedire a chiunque di uscire: mi sono limitato a passeggiargli sul cofano (l'alternativa era restarmene a casa).
Però non me la sento di condannare chi le righe le fa, in situazioni come quella in cui si è trovato Luciano.
Il problema è che con certi esseri (faccio a fatica a riconoscergli attributi umani, con i relativi diritti) il bon ton, la tolleranza e la legalità non servono a molto. Anzi, temo proprio che non servano a niente, se non a rafforzargli nelle zucche vuote la sensazione di poter fare qualunque cosa, tanto gli altri non reagiscono. E quindi mi torna a ronzare per la mente che - in fondo - "una tantum"...
Insomma, come diceva la mitica vignetta di Altan: talvolta mi vengono in mente idee che non condivido.

Anche per me quella vignetta di Altan è una confortevole e pungolante bussola esistenziale. E se io dovessi venir processato per tutte le idee che mi vengono in mente, dovrei scontare alcuni ergastoli. (Ai quali si sarebbe sommato lo sfregio di ieri alla carrozzeria del Suv del prepotente omuncolo) La domanda di fondo resta però: come si può provare a educare un ometto arrogante e ignorante di sessanta e passa anni?

La popolazione suvvica però è un campionamento particolare della popolazione italiota, un concentrato der su' peggio - anche prendendo come riferimento l'italiota di forza italia, che si distribuice in diverse categorie.
Non so se ti ricordi la pubblicità del suv che è stata rapidamente tolta dalla circolazione, e che consapevolmente ammiccava solo ai pezzi di merda. si vedevano dei bambini che giocavano con delle bambole - re regine e fate - e poi arrivava un gioioso bambino con suv e distruggeva i giochi di tutti.
Vojo di, na rigata all'auto eh, il pensiero lo capico che viene.

Non la conoscevo questa pubblicità. Roba da fucilare in piazza grande (a pomodori in faccia) il regista, il "creativo", lo sceneggiatore, il committente, il compratore, il proprietario delle televisioni.

Anche una cacca di cane spalmata sulla maniglia della portiera....

Ecco quest'ultima proposta di gcanc mi pare la più saggia!
ma anche strofinarci sopra un bel peperoncino non sarebbe male... :))))

Le idee che mi vengono sono le più svariate. Però molto spesso non le metto in pratica.
Non per ipocrisia ma perchè i due mondi (fantasia e realtà) vanno tenuti separati, anche se a volte è bene che interagiscano e che le invenzioni dell'uno passino nell'altro.

Si Luciano infatti concordo:) Ma credo che sia stata tolta da qualche commissione - girò pochissimo. Era terribile, faceva venire i brividi.

Stendin ovescio per Gcanc.
E non escludo di applicarla a breve: vivo in una zona con molto parcheggio, ma c'è uno che lavora in un ufficio sotto casa mia, suv dotato, che non gli va nè di pagare il parcheggio nè di venire con i mezzi pubblici.
Allora lui con tutti i parcheggi vuoti, lascia sempre il macchinone in doppia fila, proprio sotto curva, in modo che quello dopo a lui rischi la pelle ogni volta che deve uscire non vedendo chi arriva.
Nessuno gli fa la multa.
I vigili non ti cagano più di tanto.
Noi gliene abbiamo dette di tutti i colori.
Scatta la trategia Gcanc. con il buon ausilio di Dick, er cane dei vicini.
Tesoooooro:)

Grazie, ma mi vengono naturali :-)

Quando vivevo ancora con i miei genitori, uscire con l'auto dal garage la mattina era una vera impresa. Sulla rampa c'erano sempre parcheggiate almeno due auto di alterttanti imbecilli che dovevano andare nella banca proprio sotto casa mia. Dopo una lunga serie di litigate, strombazzamenti di clacson, insulti vari (ricevuti e ricambiati di cuore), mi sono munita di block notes e penna, che tenevo fissi in auto. Ogni volta che mi si piazzava il cretino italiota di turno davanti al garage non perdevo tempo: tiravo fuori le mie armi e cominciavo a scrivere frasi ironiche con insulti velati, lasciando i fogli bene in vista sul parabrezza delle auto, col lato scritto rivolto verso l'interno. Che goduria in quei momenti! Mi ha sempre ispirato una frase scritta e lasciata allo stesso modo su un'auto che credo abbia fatto il giro della rete: "se scopi come parcheggi, non lamentarti poi se tua moglie ti mette le corna".

La perfidia è donna e non è un caso :-)

Se è per questo un inquilinio del mio condominio è andato a spalmare la cacca di un cane lasciata vicino al portone d'ingresso sullo zerbino del proprietario del cane il quale ha prontamente tirato fuori la pistola.

In queste cose, amo paesi come la Svizzera. Luoghi in cui, se uno sputa un chewing-gum per terra, i passanti multano il vandalo, poi arriva immediatamente una squadra di operai, transenna il posto, rimuove il pezzo di marciapiede, lo sostituisce con uno integro e asporta i detriti. Il tutto in quaranta secondi.

Lo so Luciano, ma noi viviamo in Italia.
Pensa che il nipotino 6-enne di un altro mio vicino di casa, alle mie rimostranze perchè con le sue tende nuove ed enormi io non vedo più il mare mi ha risposto: "e tu mettiti gli occhiali oppure comprati un'altra casa"
I suoi nonni gli hanno fatto segno Bravo con gli occhi.
Immagina un po' chi votano tutte queste persone ?

In Svizzera non sarebbe mai accaduta, una cosa del genere.
(Anche perchè non hanno il mare)

Che facciamo, andiamo tutti in Svizzera ?
però
però...là non hanno il mare
anche se sono divenuti bravi a vincere le regate...

Non farei il santino della Svizzera (se mi sente Yubi si arrabbia), però ultimamente persino in Canton Ticino non ci vogliono più.

Chissà perché un simile comportamento mi ricorda tanto un tizio che abita proprio sotto casa mia, sui 65 anni, ex operaio specializzato della Innocenti. Tanto per intenderci: operaio nell'azienda che faceva la Mini e la Lambretta negli stabilimenti di Milano Lambrate. Il tale, rimasto in cassa integrazione a zero ore per 8 anni dal 1985 al 1993, faceva l'idraulico in NERO guadagnando sui 3 milioni di lire al mese esentasse più un milione e trecentomila pagati dall'INPS. Socialcomunista convinto e attivista, nei diversi periodi, per PCI, PDS, DS e PD se ne va da un pò di tempo in giro con un SUV (NERO) da 50.000 euro che parcheggiava regolarmente davanti al passo carraio di casa mia. Continua ora imperterrito a fare l'idraulico in NERO: collabora però con il figlio che, a tempo perso, fa anche l'animatore alle ex Feste dell'Unità lungo la Cassanese. Dico "parcheggiava regolarmente davanti al mio cancello" perchè da quando gli ho piantato un "chiodo firmato" nella ruota anteriore destra non lo fa più. E nell'Est Milano di questa gente ex-Innocenti, ex-Falck, ex-Breda, ex-Pirelli, ex-Italtel, ex-Autobianchi, ex-Philips, ex-Eternit, ex-Chittipare che se ne va in giro in SUV (NERO) se ne può trovare a iosa: tutti figli della CGIL, difensore imperituro degli interessi del Grande Capitale e di chi il lavoro già ce l'aveva procurandogliene un'altro: esentasse. Che strano paese l'Italia! Dipende da come lo si guarda: soprattutto se lo si guarda dal lato di chi urla nelle piazze e sui blog: "Fate quel che dico ma non fate quel che faccio". Potrei anche fare nomi, cognomi e indirizzi; non lo faccio per riguardo alla di lui moglie (dell'ex-Innocenti) che vota PdL, va in chiesa tutti i giorni, veste abiti originali cinesi comprati al mercato di Pioltello-Satellite, da un ambulante egiziano, per quattro euro e non farebbe mai male a una mosca: brutta vita per una donna con un marito e un figlio così. Mi vien quasi voglia di fare il femminista.
Maurizio

Nel PDl ci sono alcuni parlamentari, nonché alcuni ministri che se la fanno coi neofascisti e neonazisti. La peggiore feccia. Povera signora, moglie dell'ex dipedentente dell'Innocenti. Lei va in chiesa tutte le domeniche, ma chissà se prega per il marito o per quella manica di pezzi di merda.
Menomale che ci sono le foto che testimoniano questa "felice" alleanza, altrimenti il Teppistello penserebbe sicuramente che la mia sia propaganda comunista.
Leggere per credere:
http://www.repubblica.it/2009/03/sezioni/politica/neofascisti/lettera-pd/lettera-pd.html

Cara Alessandra,
non ho capito il nesso tra il fatto che qualche parlamentare PDL se ne vada in giro con "sedicenti neonazi" come si diceva ai miei tempi per i "sedicenti BR" che se ne andavano in giro con deputati dell'arco costituzionale, dalla DC al PSIUP Berlinguer compreso, con gli imbecilli che circolano in SUV nel 2009.
Mi sa che i tuoi paragoni fanno un pò sguisssh. Vista poi la fonte citata (La Repubblica) me la faccio sotto dal ridere.
Maurizio

Teppista, lo dico chiaro e tondo. Come ho scritto e detto più e più volte non ho mai pensato che tutti i buoni gli intelligenti e i colti stiano a sinistra e tutti i cattivi gli imbecilli e i beceri stiano a destra. Perciò, SE il Tizio di cui ci racconti le gesta è vero così come ce lo narri tu, non ho alcuna esitazione a ribadirlo: appartiene agli italioti che non digerisco.

OT.
Chiedo a Luciano.
Perchè rispondi a Teppista? Io ho metodi assolutamente antidemocratici sul mio blog, anche se rarissimamente ne ho avuto necessità. Non li rivendicherò qui. Ma quando è così palese l'intento provocatorio, su questioni Dio bbono trite e ritrite, ciè sta lite con teppista sulla distribuzione dei buoni e dei cattivi non l'abbiamo già fatto na 40 ina di post? E perchè mo dobbiamo ar 41esio 42esimo 43esimo, ribadire il concetto? Ora, Teppista ha dei motivi psichici suoi per ritornare pateticamente nei piatti dove dice di sputare ma che adora visceralmente, un altro si sarebbe già annoiato. Io lo trovo un po' buffo appunto, ma evidentemente a lui piace ecco. Ma a te, a te che te frega? Te senti più democratico? Ti senti che ti comporti bene?
Mica lo so. I post poi perdono, i dibattiti si sfilacciano e tutto va in vacca in una sequela di insulti. Che è dove il cuore del teppista sostanzialmente vuole portare. Che anche il nick non sarà un caso.

Oggi ho una giornata da perdere e la utilizzo per provocare tutti questi democratici che a parer loro mi ritengono un fascista. Zauberei, ma ti senti forse una spanna più alta quando in un blog autoreferenziante, vi lodate e vi imbrodate fino al ridicolo facendo disquisizioni parapsicologiche simili alle seghe mentali?
Vuoi conoscere i miei motivi psichici (termine che maldestramente usi per non dire imbecille; in questo ammetterai che io sono molto più onesto di te) per cui ci trovo gusto, in alcuni casi, a provocare e in altri a ragionare? Detesto nella maniera più profonda i venditori di parole come la maggioranza delle persone che frequentano questo blog: i democratici a senso unico che si inalberano quando si scoprono gli altarini. Gli Italioti da detestare e indigeribili siete proprio voi, con la vostra altezzosità verbale e con la vostra mancanza di concretezza. Quasi quasi preferisco il Trinariciuto sotto casa mia: comunista convinto fino al midollo (perchè glielo hanno inculcato da piccolo) che si sente grande e arrivato quando ostenta un SUV da 50.000 euro di colore NERO.
Nella sua logica tutto torna, nella vostra non torna proprio un bel niente.
A proposito di insulti: probabilmente segui i commenti solo con quella metà di cervello infarcita di socialcomunismo e oltre ciò non vai. Rileggiti attentamente i commenti e capirai l'onestà intellettuale di alcuni e la disonestà verbale di altri (non parlo di onestà intellettuale per gli altri in quanto ne dubito molto).
Ed è così facile provocarvi che non ci trovo più nemmeno gusto.
À bientôt
Maurizio

Il Teppista non poteva certo smentire la sua fama. Lui ci ha una sua coerenza, perbacco.
Intanto però siamo riusciti a scoprire il nome: chissà che prima o poi non si conosca anche il cognome (la questione non riguarda solo Maurizio Teppista, va detto...). Certo che sentirlo rampognare - lui! - i "venditori di parole", insomma, fa un po' sorridere, diciamolo.

Zauberei: perchè rispondo a Teppista? Semplice: perchè lui è venuto su questo blog, ha lasciato un commento e alliora io cerco di rispondergli. Come cerco di fare con tutti. E' evidente che, sul proprio blog, ognuno fa come meglio crede. Sul mio, io faccio così.

Luciano infatti - e chi dice di no.
Chiedere è comunque legittimo.

Zauberei, ovvio che chiedere è legittimo. Almeno lo è per gente come noi, me, te e tanti altri frequentatori del blog, abituati alla liceità delle domande.
(Negli incontri che faccio con le scolaresche, premetto sempre: "domandatemi quello che volete. Non esistono domande stupide o domande imbarazzanti ma solo risposte stupide o risposte imbarazzate. E quelle, casomai, sarò io a darle e sarete voi a giudicarle tali"

e come fai a sapere per chi vota ?

mai giudicare il frate dalla tonaca; conosco tipi con lo yacht ................

Come faccio a SAPERE per chi vota? Ovviamente non lo SO con certezza. Posso solo ipotizzarlo.

I commenti per questa nota sono chiusi.

Motore di ricerca del Ringhio di Idefix

  • Si clicca su "Motore di ricerca", si apre un link, si clicca su "Ricerca personalizzata" e si usa come il normale Google. Solo che la ricerca è interna al blog

Weblog recentemente aggiornati

giugno 2015

lun mar mer gio ven sab dom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30