La mia foto

Contatore Shynistat

  • Contatore

I miei vecchi post del blog Kataweb

Altri vecchi post del blog Kataweb

Blog powered by Typepad
Iscritto da 07/2007

Lettura quotidiana della Bibbia

  • • Da "Giacomo, 1,22": "mettete in pratica la parola e non ascoltatela soltanto, illudendo voi stessi"
  • Lettura quotidiana della Bibbia

« Giorno della Memoria: Repubblica ed Espresso con Primo Levi, Libero con Benito Mussolini | Principale | Bravo Berlusconi!!!! (Scusate...era Obama) »

03/02/2009

Commenti

Feed Puoi seguire questa conversazione iscrivendoti al feed dei commenti a questo post.

Bravo Luciano. Ray Davies è uno dei geni musicali più misconosciuti del nostro tempo. Waterloo Sunset, Sunny Afternoon, Death of a Clown, Phenomenal Cat, Lola, sono canzoni che meriterebbero ben più vasta eco. Aggiungerei, fra quelle ancor meno conosciute, "Rainy day in June", da sempre una delle mie preferite.

Ah...il temporale e i tuoni all'inizio di RAINY DAY! Un pezzo dall'incedere così misterioso e atmosferico. E lo stesso Ray dichiarò di amare la pioggia.
Potremmo passare una serata piacevolissima, a discutere dei Kinks (e di altri). Segui anche il Ray solista? Io sì, e molto. Il suo WORKING è un gran bel disco, fresco, vivo, belle canzoni.

In appendice al tuo post ci metto anche questa retrospettiva di Ondarock:

http://www.ondarock.it/popmuzik/kinks.htm

Grandi Kinks!!!!

Luciano sa quanto io voglia bene a Ray Davies...
Un caposaldo del pop britannico (con Lennon e McCartney, Andy Partridge e Colin Moulding, Robyn Hitchcock, Elvis Costello...), on my opinion.
Per The Village Green Preservation Society, vedi anche

http://tic-talkischeap.blogspot.com/2008/07/conservatori-nel-sessantotto.html

Un atto d'amore...

Sto ascoltando proprio in questo momento i Greatest Hits dei Kinks, dalla collezione di mio marito (questa è in versione MP3). Tu e lui, Luciano, sembrate usciti dalla stessa scuola di musica e non solo. Se non somigliasse tanto a suo padre, sospetterei che è stato adottato a Trieste... ;-)
Praticamente avete la stessa collezione di musica rock!

da anni attendo (ma sto perdendo la speranza) che esca anche in Italia l'autobiografia di Ray Davies: X-Ray. Un romanzo in cui un giovane giornalista, in un mondo orwelliano, va a intervistare il vecchio Ray Davies, che fu leader dei lontanissimi Kinks. Ed è ormai una specie di relitto, rancoroso, inacidito, sessuomane e logorroico. Però il giovane (attraverso i racconti di Ray) acquista coscienza e si ribella alla Corporation che domina il mondo.
So che è un libro scintillante e godibilissimo. Purtroppo mai inglis is no guud. E dunque non sono in grado di leggerlo in modo accettabile in lingua originale. Però, quasi quasi...lo ordino sul Web e provo.

Luciano, è vero che in lingua originale i testi sono migliori, ma se hai bisogno di una traduzione posso darti una mano(sono specializzata in traduzioni. Per te, tutto gratis, ovviamente. ;-) )

E se (sottolineo SE) proponessimo a una casa editrice italiana il libro di Davies?

Ottima idea. Prponiamo e vediamo cosa ci rispondono. Ti faccio sapere via mail?

Proponete X-Ray a Minimum Fax...

Perfetto, Tic.
Alessandra: luciano.comida@libero.it

I commenti per questa nota sono chiusi.

Motore di ricerca del Ringhio di Idefix

  • Si clicca su "Motore di ricerca", si apre un link, si clicca su "Ricerca personalizzata" e si usa come il normale Google. Solo che la ricerca è interna al blog

giugno 2015

lun mar mer gio ven sab dom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30