La mia foto

Contatore Shynistat

  • Contatore

I miei vecchi post del blog Kataweb

Altri vecchi post del blog Kataweb

Blog powered by Typepad
Iscritto da 07/2007

Lettura quotidiana della Bibbia

  • • Da "Giacomo, 1,22": "mettete in pratica la parola e non ascoltatela soltanto, illudendo voi stessi"
  • Lettura quotidiana della Bibbia

« Io e i berlusconidi (parafrasando Nietzsche e cercando il corruttore del corrotto Mills tra i silenzi dei pagliacceschi liberaloidi) | Principale | Essi vivono (di John Carpenter) »

18/02/2009

Commenti

Feed Puoi seguire questa conversazione iscrivendoti al feed dei commenti a questo post.

L'ambasciatore italiano in Argentina è già stato richiamato. L'ennesima figura di m... ma che ce frega tanto noi c'avemo Totti gol ... va tutto bene madama la marchesa.

Sono sempre più incazzata...

Ho voluto utilizzare il tuo motore di ricerca per cercare un tuo precedente post ma noto che non fa - o non fa più - una ricerca all'interno del tuo Blog...
.
O sono io che non lo utilizzare ? Possibilissimo...

Hai usato una parola,nel post sulla campagna berlusconiana in Sardegna,che racchiude l'essenza di s.b. :VOLGARITA'.
Cristiana

Luciano,quando posso chiamarti per quel problemino?

Stasera.

avevo ripubblicato un post dove ti citavo testualmente, per un tuo bellissimo commento, ed ero venuta qui a dirtelo...ma non posso lasciarlo ora, non dopo aver letto questo tuo post: posso solo chiederti di poter pubblicare il tuo post con il link e rimandare a fra un po' la pubblicazione del mio.
Grazie per l'indignazione, la tua e quella che hai suscitato.
Ti abbraccio
Tez

alla vigilia della giornata della memoria aveva fatto battute sui campi di sterminio. E giù a ridere!

Ripeto ciò che scrivo e dico spesso: Berlusconi è efficace e furbastro quando si tratta di difendere i propri (sottoline: PROPRI)interessi privati. Mentre è del tutto inadeguato, incolto, rozzo, molesto, insensibile, maleducato, imbarazzante, non tanto intelligente e bip bip bip bip (mettetici ciò che volete) quando esce dal terreno della ROBA propria.

sei linkato su "Tereza":
mi associo e obietto con te

Quando penso a quella persona che mi ha detto di essere onorato di essere rappresentato da Berlusconi, uno che da del TU a Bush (era ancora presidente) e Putin...
Eppure persone come questa Non sono isolate, anzi.

Io mi auguro che l'Argentina mandi i Pumas (la nazionale di Rugby) a placcare il nano.
Che vergogna

purtroppo anche questa è tecnica berlusconiana. I giornali internazionali - non quelli italiani, presi dallo psicodramma di Walter Veltroni - avevano dato parecchia enfasi alla condanna Mills.

Bisognava confondere le acque e far parlare d'altro.

Zac. La battuta sui desaparecidos.

Non cascateci. Non sono gaffe. Sono strategie politiche e comunicative ben precise. Cercate di andare oltre. Incazzatevi per Mills, per la sicurezza che fa acqua da tutte le parti nonostante i proclami, per il disastro del clientelismo in Sicilia, per la crisi economica che stanno gestendo malissimo, per le INTERCETTAZIONI.

Non cadete nel tranello degli spin doctor di Berlusconi. Questa battuta fa schifo, ma non possiamo permetterci il lusso di dedicare alla cosa tutte le prime pagine dei giornali e tutte le aperture dei blog.

In realtà la frase sui desaparesidos è del 13 febbraio (cioè prima della sentenza Mills). Semmai, non è stato geniale il tempismo di Veltroni (dimessosi il giorno dopo, attirando così tutta l'attenzione mediatica sul PD e non sul corruttore Mascarato).

Ciao Luciano, è da un bel po' che non ti lascio un commento, ultimamente mi collego di meno ma leggo sempre con piacere i tuoi post quando posso.

Per quanto concerne il "tema" del post concordo con l'ipotesi che probabilmente la gaffe berlusconiana sia una tecnica....

Un caro saluto.

Gero

non ci cado e anch'io sono convinto che non siano gaffes.
no, quello però non ci fa ma ci è.
e come alessandra, comunque la giri, mi fa sempre più incazzare.
lui, chi lo ha votato, chi lo vota e chi lo voterà.

la "gaffe" è del 13 febbraio, ma guarda caso è stata ripresa soltanto ieri.

Su Veltroni, poi, ho già scritto altrove del misto di sfiga e incompetenza che ha accompagnato il suo cammino politico nel Pd.

Un errore terrificante della sinistra o centrosinistra o quel che è (un errore che si trascina da 15 anni): l'agenda dei temi in discussione è sempre dettata da Berlusconi. Si parla sempre delle cose che vuole lui, nel bene e nel male: dall'abbassamento delle tasse alla bandana, dalle gaffes alla "discesa in campo", dall' "uso politico della giustizia" all'eliminazione dell'Ici, da questo a quello. Mai che i nostri "dirigenti" siano stati capaci di imporre un tema, una questione. Sempre al rimorchio. E così, al cnetro della scena, c'è costantemente lui. E lo spazio nostro (sia quando eravamo al governo sia ora che siamo all'opposizione) è sempre stato minoritario e affannosamente difensivo. Tutto ciò è assolutamente sciagurato, in politica: significa essere incapaci di imporre il proprio gioco, i propri temi. Significa sembrare (e dunque essere) perdenti.

pensa se avesse anche il controllo dei mezzi d'informazione!!!!!!!!!!

Meno male che non li ha. Meno male che le televisioni private sono tutte indipendenti, che in Rai quasi nessuno si piega ai suoi voleri. Meno male che case editrici importanti come la Mondadori sono rimaste autonome. Meno male. Se no, sarebbe davvero un guaio.

credo che Repubblica non sia stata onesta. Che in un panorama di giornali di partito non fa una piega.

Eccezione il TG3 che a questo proposito ha citato la frase iniziale, che era qualcosa come "mi si accusa di essere un dittatore, ma dittatore era quello che" ... segue il video.

Credo ci sia piuttosto da riflettere, come anche tu fai notare, a quella platea di servetti che ridevano credendola una battuta...

Al di là delle singole parole, ciò che conta (come insegnano tutti gli studiosi e tutte le persone di buon senso) è il contesto, il modo e il tono di quelle parole. E il contesto, il modo e il tono delle parole berlusconidi era ridanciano: prova ne sia che tutta la plebe presente è oscenamente scoppiata a ridere, perchè aveva capito perfettamente che il Capo aveva raccontato una barzelletta. "Che fa ridere ma è dramatica eh"
Ribadisco: io, a uno come Silvio Berlusconi, mi sento (e sono, e so di essere) superiore. Parafrasando Totò, "superiori si diventa. E io, modestamente, lo divenni".

I commenti per questa nota sono chiusi.

Motore di ricerca del Ringhio di Idefix

  • Si clicca su "Motore di ricerca", si apre un link, si clicca su "Ricerca personalizzata" e si usa come il normale Google. Solo che la ricerca è interna al blog

giugno 2015

lun mar mer gio ven sab dom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30