La mia foto

Contatore Shynistat

  • Contatore

I miei vecchi post del blog Kataweb

Altri vecchi post del blog Kataweb

Blog powered by Typepad
Iscritto da 07/2007

Lettura quotidiana della Bibbia

  • • Da "Giacomo, 1,22": "mettete in pratica la parola e non ascoltatela soltanto, illudendo voi stessi"
  • Lettura quotidiana della Bibbia

« EMME (l'inserto satirico dell'Unità) | Principale | Preghierina del neonato »

31/10/2008

Commenti

Feed Puoi seguire questa conversazione iscrivendoti al feed dei commenti a questo post.

Soliti filmetti made in hollywood...

Il povero Obama ha ricevuto anche l'endorsement di Castro e Chavez. Con simili amici, chi ha bisogno di nemici? ;-)

Queste uscite estemporanee mi fanno sempre pensare a quanto sia complicata e fitta la trama di relazioni (segrete) tra gli USA, il Medio Oriente,il Pakistan, l'Iraq e l'Iran (limitandomi per il momento solo a quei paesi).
Penso ad un'equazione che, guardo caso, è sempre venuta fuori in periodi elettorali negli USA: i repubblicani, notoriamente guerrafondai,sono finanziati per la gran parte dalle lobbies dei produttori di armi; la guerra globale (oramai è diventata tale) al "terrore" è una buona, ottima scusa per attingere ai foraggiamenti dei signori delle armi, che dal canto loro, sono ben felici di riempire le loro tasche sempre più sulla pelle degli americani e del resto del mondo, oserei dire. Un democratico alla Casa Bianca è impensabile, a maggior ragione ora che c'è un candidato di colore. Cosa si fa, allora? Giochiamoci l'ultima carta,la solita, quella che ha sempre funzionato: agitiamo lo spauracchio del terrorismo. La gente capirà che un democratico che vuole ritirarsi dall'Iraq non è sostenibile, credibile, perché renderebbe più vulnerabile un paese che "guida il mondo" e non può permettersi alcuna debolezza. Cominciamo l'opera, chiamiamo i servizi segreti. Obama fa un super spot di mezz'ora? E che sarà mai! Noi giriamo un filmino di minacce a Bush e all'America col braccio destro di Bin Laden! Altro che spot, ragazzi!

E tutto questo quando accade? A 4 giorni dalle elezioni. Da qualche parte sto coniglio doveva uscire, visto che il cilindro di McCain ha fatto cilecca con la chiamata della "graziosa nullità" dell'Alaska (come la definisce Zucconi). Non hanno funzionato nemmeno le cicatrici di guerra del veterano canditato, che per poco non si è calato i pantaloni in pubblico per mostrarle e rendersi più credibile agli occhi degli elettori.
Quando i repubblicani sono con l'acqua alla gola si giocano sempre la solita carta, salvo poi arrivare a commettere brogli negli stati chiave (Bush docet).
D'altro canto, se quella specie di macumba in video fosse stata fatta con la vera speranza (ne dubito fortemente)che Obama diventi il nuovo presidente degli USA, allora devo pensare che Bin Laden e i suoi accoliti sono una manica di ingenui che fa inconsapevolmente il gioco dei repubblicani. In tutta sincerità, chi crederebbe a questa ipotesi?

ottima analisi di Alessandra, di cui condivido pienamente gli intenti. Onestamente non ce li vedo Bin Laden e i suoi semplici ingenuotti della campagna medio-orientale..

Quando ho letto la notizia, non ho nemmeno pensato potesse essere un complotto a favore dei repubblicani. Peccato: a me Al-Qaida sta simpatica.

A me pare evidente una cosa: Bin Laden, Al Qaeda, gli estremisti fondamentalisti e integralisti NON auspicano affatto una presidenza Obama. Per il fanatici (di ogni luogo e di ogni credo) il miglior interlocutore è un altro fanatico, che a lui sarà speculare. Il vero nemico del fanatico non è mai stato il fanatico opposto, che è anzi un suo preziosissimo alleato.

Appunto, Luciano. Ad al qaida e agli Usa fanno comodo gli stessi spauracchi. Sono convinta che questo video, come tutti gli altri, siano una sorta di accordo tra fanatici, che come dici tu, sono speculari. Paradossalmente, nemmeno al Medio Oriente e ad al quaida farebbe comodo un presidente democratico negli States.

Al Medio Oriente (inteso come grande e variegata zona del modo abitata da popolazione differenti), penso che una presidenza Obama potrebbe far bene, aiutando ad esempio il processo di pace in Palestina. Se invece per "Medio Oriente" si intendono gli interessi turpissimi di governi e di affaristi, di terroristi e di fanatici, di mestatori e di petrolieri, di industrie d'armi e di trafficanti che sguazzano nella torbida situazione esistente, allora penso che essi (potendo) voterebbero McCain-Palin.

Intendo quel Medio Oriente virgolettato, Luciano. Quella parte malata che si ingozza fino a "schiattare".

Ma Osama chi? Quello dei pennarelli o quello che sta per diventare presidente degli USA? Ah no, quell'Osama è già stato presidente per due mandati, adesso arriva Obama.

Osama Bim Bum Laden era l'amico della famiglia de li petrolieri texani de cognome Bush e de nome semppre George, sia lu patre che lu fijio.

Osama che ha fatto affari con gli States, che ha fatto parte dei servizi segreti americani, amico di Bush padre e figlio, si quell'Osama lì... proprio quello.

Fossi Obama mi guarderei dal sostenitore Springsteen: ha già portato una discreta dose di sfiga a Kerry, a suo tempo.

Facezie a parte, forse negli ultimi tempi anche agli Americani è venuta voglia di cambiare, forse hanno metabolizzato l'undici settembre e sono pronti a una valutazione critica degli input che ricevono.

Bruce si impegnò anche per Gore (e andò male), ma pure per Clinton (e andò bene).
Ricordo ancora il mio amatissimo Neil Young: nel disco LIVING WITH WAR del maggio 2006 cantava che l'America ha bisogno di un nuovo leader, "forse Obama, anche se qualcuno dice che è troppo giovane"

I commenti per questa nota sono chiusi.

Motore di ricerca del Ringhio di Idefix

  • Si clicca su "Motore di ricerca", si apre un link, si clicca su "Ricerca personalizzata" e si usa come il normale Google. Solo che la ricerca è interna al blog

giugno 2015

lun mar mer gio ven sab dom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30