La mia foto

Contatore Shynistat

  • Contatore

I miei vecchi post del blog Kataweb

Altri vecchi post del blog Kataweb

Blog powered by Typepad
Iscritto da 07/2007

Lettura quotidiana della Bibbia

  • • Da "Giacomo, 1,22": "mettete in pratica la parola e non ascoltatela soltanto, illudendo voi stessi"
  • Lettura quotidiana della Bibbia

« Viva i marocchini | Principale | Un pizzaiolo a Trieste: piccolo modello di cittadino solidale »

31/07/2008

Commenti

Feed Puoi seguire questa conversazione iscrivendoti al feed dei commenti a questo post.

mi hai fatto tornare alla mente il remix da merd..discoteca di 'Geordie' di De Andrè dall'album Nuvole Barocche ... una cosa orripilagghiacciante.
Ora smontano i Clash. Da anni il pump unz scatapimp distrugge le nostre orecchie.E Il Mostro Mite mangia quello che molta gente usa per tenerle separate.. la testa.

"Perchè piallare le intelligenze e le emozioni?"
perchè non hanno imparato a gestirle o nessuno è stato accanto a loro mentre cercavano di farlo...

Ti comprendo nell'intimo Luciano - io ci ho "Sandinista" su un altarino, asieme a tutte cose cosette dei Clash.
Però il remixaggio sono segni bellini, che la musica è viva, e l'arte si ricrea. Per me sono la cosa meno capitalistica che ci sia, in un certo senso.
Il guaio so' i cretini.

Adesso si, ecco ha detto bene Zauberei, ci sono troppi cretini che vogliono ottenebrare le menti e tanti cretini che se le lasciano ottenebrare. Non mi piacciono le versioni remix di canzoni memorabili..E poi mai sentito parlare di danaro, che va nelle casse delle case discografiche che ci vedono lungo quando si tratta di prendere in giro le persone senza farglielo capire??....Un po' come usa fare una persona che mi viene in mente adesso..Avrete capito di chi parlo..! Per prendere in giro la gente e ottenebrare le menti è un dio in terra.., e il peggio è che lui crede davvero di esserlo!!

Problema di difficile soluzione il credere di essere un dio in questa terra,
un problema per noi ora
e speriamo per lui in un prossimo futuro...

sincaramante io per lui non spero.
che se ne vada pure al diavolo

Non credo Marcob che tu abbia capito le mie parole, altrimenti spereresti che lui abbia il e un problema nel prossimo futuro...
Se avrà il o un problema
vorrà dire che dovrà rendersi conto di essere un uomo mortale e per giunta fragilino (tolte le sovrastrutture che si è costruito).
Chissà se mi sono spiegata ?

Io sono un rockettaro tendenzialmente purista, anche se oggi meno che in passato. Anch'io ho amato i Clash, ma nello specifico sono d'accordo con Zauberei: aggiungo solo che Rock the Casbah è forse già di suo tra i pezzi più "capitalisti" della band di Strummer. Insomma, "Combat Rock" non è esattamente "Sandinista" o "London Calling". E prelude al declino che i Clash hanno vissuto, come altre band storiche, nei maledetti anni '80. Solo tre anni più tardi uscirà "Cut the crap", con il suo discutibile singolo "This is England" (ve lo ricordate?) decisamente uniformato alla trista moda dell'epoca (epoca che pure produsse cose interessanti, soprattutto nell'ambito del rock più estremo).

Preciso, se ce ne fosse bisogno, che "Rock the Casbah" comunque non mi dispiace in sé, ma penso che non faccia neppure male un remix, specialmente di un pezzo con un testo del genere, oggi più che mai attuale.

Assaggia questa:
http://www.youtube.com/watch?v=7DbFYsi9iSg

ti sei spiegata molto bene paola.
solo che io per lui non voglio fare nemmeno la fatica di sperare che capisca.
tanto sarebbe una speranza vana

Sicuramente saerbbe una speranza vana...ma sai che bello se succedesse? Bello!! Troppo bello!! Per tutti noi, è chiaro!!

..utopia?..

Ne sto parlando anche nel mio blog e ne parlerò ancora.
C'è una sorta di strano e ignorantissimo interesse per il vero rock da parte di personaggi dello spettacolo e di pseudo deejay che prima si occupavano di ben altro.
Ovviamente i risultati sono risibili o tristi a seconda del tipo di persona che si butta allo sbaraglio.
Io penso che sia una specie di moda che prima o poi finirà e penso anche che questa moda sia stata creta da Mtv e da alcuni reality dove si parla di tutto tranne che di musica.

La versione di Rachid Taha mi è piaciuta molto. In genere mi entusiasmo per le cover (o anche le parodie) in cui i musicisti prendono un pezzo e lo cambiano facendolo proprio (penso al prototipo ALL ALONG THE WATCHTOWER di Dylan che Hendrix reinventò da genio qual'era o alla MY FAVORITE THINGS/LE COSE CHE PIACCIONO A ME nella meravigliosa versione di john Coltrane o ancora Neil Young che a volte fa le cover di se stesso o Joey Ramone con WHAT A WONDERFUL WORLD o i Devo con la loro androide SATISFACTION). Quello che invece mi fa vomitare sono i remixaggi costruiti in laboratorio da tecnici senza cuore, senza anima e senza talento. O le cover only for the money (anni fa ascoltai più volte, in bar, una stucchevole e vendutissima versione al femminile di non ricordo quale pezzo degli U2: roba da distruggere all'istante la fonte del suono). Così come mi accadde di sentire un pezzo di Janis Joplin remixato da un farabutto della casa discografica e inserito in un'antologia tripla. Che avrei comprato, se non fosse stato per quell'abominio. E se fossi stato negli USA sarei andato a casa di quel mascalzone per chiedergli conto del suo crimine. Guardate...ammetto (anche se non perdòno) che queste schifezze le facciano direttamente gli autori, ma che vengano perpetrate dai discografici sulla pelle dei musicisti è roba da galera.

@MarcoB:
Sono assolutamente d’accordo con il parametro speculare alla luce del Luna Park, con il quale conduci le tue affermazioni caro Marco B, anche perché il tuo pensiero ricalca una metafisica kantiana di ultimo periodo, per altro covata in una politica brechettiana che fa rima con persiana… Invece, per quando infida e pretestuosa è la retorica corrente a bassa intensità, sono portato a rivedere in chiave più onirica la politica, la morale e anche la musica contemporanea (Non sopporto i cori russi, la musica finto rock, la new-wave italiana, il free-jazz-punk ingleseeee...) magari anche aprendo una pista sul versante dolomitico… perché risalire la “china” non è solo un modo di dire, ma anche un’opportunità per scrivere qualcosa, nel caso si riesca a svitare il barattolo. Forse non sarò stato troppo chiaro, spero quantomeno di essere riuscito a dare una risposta inequivocabile all’atavico quesito antani.

Non sopporto Battiato.

Io invece Battiato lo apprezzo moltissimo.
Mi piace fare, ascoltare e ballare techno/trance/house.
Andro il 9/8/08 a Zurigo per l'ottavo anno alla Street Parade.
(www.streetparade.ch)
Ma i remix tipo "Rock the Casbah o Geordie, li detesto perchè sono "Muzak" priva di ogni originalità...

Maobao

ma, ziilo, o ar..., quintana o setta?
caso mai, trini la confraternita pulitina, con fuochi fatui.

ero piccolo e cantavo: "centro, centro di gravità permanente..." e in casa mi prendevano in giro.
per quello non mi piaceva battiato, il chè non costituisce motivazione accettabile.

Io amo soprattutto il rock viscerale e passionale. Perciò uno come Battiato è lontano anni e anni luce dai miei interessi e dai miei gusti.

Ostregheta MarcoB sei uno sbarbatello o giù di lì e scrivi come un matusa. Gli stessi lapislazzuli di retorica di chi ha un cofanetto di capelli bianchi in testa. Le tue opinioni sono intrise di quel certo charme ideologizzato venduto in barattoli sulla nostra stampa. Niente di personale, credimi,alcune delle cose che scrivi le condivido, mi permetto un consiglio: sciogli un pò le briglie e prova a scrivere qualcosa di non Politically Correct, è un ottimo esercizio per chi vuole scrivere seriamente.

il chè non mi interessa più di tanto. (sia scrivere seriamente secondo il tuo metro, che il fatto che tu posssa condividere), se no terrei aperto il mio blog.
ma se tu avessi per caso intenzione di tirarmi per il collo in polemica, potresti anche farcela, ma su un terreno diverso.
ci potremmo anche divertire.

Parto il prox Venerdì chissà... qualcosa ci possiamo inventare, ah... Polemiche? Considerali esercizi di stile, Queneau insegna. Ti auguro una buona giornata, ora partiamo per una mini scarpinata in Valsassina.

A me gli esercizi di stile annoiano sbadigliosamente. Passino quelli di Queneau e pure (ovviamente) quelli che si fanno di anscosto per imparare a scrivere (o a suonare, a dipingere eccetera). Ma lo stile per lo stile mi tedia.
(Però, ovviamente, chi vuol farlo è liberissimo. Ci mancherebbe altro che sul blog di Idefix io mi mettessi a censurare il modo in cui ci si esprime!)

Io ero in Valpollicella Sabato, in quel di Rivoli (VR) a fare unz-unz-unz a casa di amici in un bosco...
La comica, in una situazione "techno" è che mi hanno invitato a vedere la Carmen all'Arena di Verona (gratis) domani (con allestimento classico, quelli moderni li censurerei per decreto).
Ma questa dell'invito all'Opera ad un mini-rave, è la bellezza del XXI secolo...
Peccato che molto probabilmente lavorerò mercoledì...

Maobao

P.S.

Battiato non era particolarmente di mio gradimento fino ad anno scorso, quando lo vidi gratis (per caso) a Roma in Piazza del Campidoglio alla "fu" Notte Bianca (un'altra Roma, un altra Italia, sigh!!!)...
Per me è stata una folgorazione, stile quella di S. Paolo...
Difatti da allora scrivo lettere ai Corinzi, peccato che non rispondano...

:-)

Nelle tue lettera agli abitanti di Corinto, metti l'indirizzo giusto? E il regolare francobollo?

No, però in compenso mi rispondono dei Gesuiti, vestiti come Bonzi, dalla corte dell'imperatore della dinàstia dei Ming...

Chissà come fanno...

:-)

Maobao

I remix fanno conoscere ai più giovani vecchie splendide canzoni (Rock the Casbah è carina, i Clash erano invece magnifici). Non tutto il male vien per nuocere. Basta mettersi su ora un loro disco, cosa che faccio subito.

Una sera, organizziamo un dibattito in cui (partendo dai remix musicali) parliamo di revisionismo, di memoria storica eccetera.

I commenti per questa nota sono chiusi.

Motore di ricerca del Ringhio di Idefix

  • Si clicca su "Motore di ricerca", si apre un link, si clicca su "Ricerca personalizzata" e si usa come il normale Google. Solo che la ricerca è interna al blog

giugno 2015

lun mar mer gio ven sab dom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30