La mia foto

Contatore Shynistat

  • Contatore

I miei vecchi post del blog Kataweb

Altri vecchi post del blog Kataweb

Blog powered by Typepad
Iscritto da 07/2007

Lettura quotidiana della Bibbia

  • • Da "Giacomo, 1,22": "mettete in pratica la parola e non ascoltatela soltanto, illudendo voi stessi"
  • Lettura quotidiana della Bibbia

« Un grave errore storico | Principale | Zodiac »

01/05/2008

Commenti

Feed Puoi seguire questa conversazione iscrivendoti al feed dei commenti a questo post.

Condivo questo grillo urlante mi piace sempre meno. Ieri poi ha erso un'ottima occasione. Sono stati pubblicati on-line i redditi degli italiani e ... apriti cielo! In questo paese ipocrita dalla testa ai piedi è scattata una mezza sommossa. Tra l'altro questi dati erano e sono ancora pubblici anche se non on-line e tutti possono accedervi. ad ogni il suddetto Grillo nel 2005 ha denunciato più di 4 milioni di euro. e che c'è di male dico io? Se uno non li ha rubati come credo non abbia fatto Grillo visto che li ha anche dichiarati non c'è nulla di cui vergognarsi. Anzi, visto che ha dovuto pagare un bel po' di Irpef sarebbe meritorio rispetto a chi evade. Ma tant'è per il gusto della polemica è partito in un delirio di scemenze.

Gli italiani si stancano presto di chi strilla e tenta di metterli in riga, è sempre successo e sempre succederà. Grillo rischia non solo di trovarsi le piazze vuote, ma anche i palasport e allora la sua dichiarazione dei redditi non sarà più così cospicua.

Oops...il commento precedente è mio.

manca il referendum sulla legge Gasparri...
Ma vorrei capire come pensa di riuscire a vincere un referendum del genere se ogni volta hanno strillato "al lupo ! al lupo !" le 3 reti mediaset, i loro giornalisti, ed i loro alfieri televisivi, da Vianello a Gerry Scotti e così via...
e poi dice che Veltroni avrebbe fatto rinascere Berlusconi...e si prende invece il merito della sparizione dei partiti di sinistra radicale e di destra...
fa ridere ormai, ma purtroppo ha un seguito.
Se cambia strategia potrebbe essere utile, in questo modo a mio avviso andrà incontro ad un flop totale dopo l' altro.

Per me Grillo è in qualche maniera finanziato da Berlusconi per dividere la sinistra.

E' solo una sensazione, ma ce l'ho è non me la toglie nessuno.

Per Grillo e il cinema, se volete vomitare dall'insulsaggine, c'è "Topo Galileo"...

:-)

Maobao

Il problema è che di questo passo la casta dei giornalisti (sicuramente non mi riferisco a quelli che guadagnano 2 euro a pezzo) non la toccherà mai nessuno.

premesso che grillo è uno stronzo qualsiasi che dice cose ovvie che tutti pensano.
premesso anche che tutto quel che dice lo può dire per la sua storia di comico, che è sua nel bene e nel male.
io chiedo:
- anche i radicali raccolsero firme per abolire l'ordine dei giornalisti.
ma i radicali non sono "antipolitica", per cui andava più che bene.
poi, come tutti i loro referendum post divorzio-aborto, anche questo è finito in niente.
ma "io non voto, e, se voto, voto radicale" ritornello di tanti finti intellettuali che hanno paura a prendere posizione.
anche per tanti altri, però, promosso dai radicali ha tutto un altro sapore.
- io vidi un programma di milena gabanelli sul finanziamento ai giornali che mi fece venire il vomito.
tutti i trucchetti per portare a casa soldi dei contribuenti. feltri che diventa una cooperativa e, se ricordo bene, un giornaletto paramonarchico che diventa organo uffiaciale della lega nord a roma.
pacchi di giornali lasciati sui marciapiedi per gonfiare il numero delle copie vendute e via di seguito...
tutto giusto quel che dice luciano sulla libertà di stampa, però se non siamo capaci di fare le cose onestamente, almeno la legge ci impedisca di farle disonestamente, perchè oggi non è la libertà di stampa che viene premiata, ma la libertà di truffa.
d'accordo con tomas sulla legge gasparri, anche se oggi, coi numeri che ha, certamente ci sarebbe un altro gasparri che di leggi sulle tv gliene fa una ancor più a suo favore.
(non l'ho nominato)

Premesso che sono daccordo con Marco su alcuni punti e con Luciano su altri,pensando al Grillo urlatore di cose ovvie mi sono posta una domanda: perché, pur dicendo cose che pensa la maggior parte della gente, Grillo ottiene più attenzione di una professionista seria ed in gamba come la Gabanelli, che con Report e non solo, ha portato alla luce le infinite nefandezze del Bel Paese? Due modalità d'informazione così diverse, eppure ancora oggi, dopo qualche anno, Report sembra ancora una trasmissione di nicchia, mentra il Grillo urlatore raccoglie, a quanto sembra, molti consensi. Diciamoci la verità: in questo paese solo chi urla riesce ad attirare l'attenzione. Il problema dell'ordine dei giornalisti è annoso. E' una delle tante caste che tutto fa tranne che il proprio dovere. Anche quest'ordine è politicizzato, quindi perché tenerlo in piedi? Per contrastare gli editori? Balle! Ci sono diversi modi per fare un giornale e per farlo vivere e sopravvivere. L'Unione europea stanzia fondi anche per l'editoria, purché siano presentati buoni progetti. Esistono i fondi diretti, controllati direttamente da Bruxelles, che non devono passare per le mani "tangentiste" dei pagnottisti di ogni colore politico,lo so per esperienza. Chi vuol dare libera voce ad un giornale, può farlo. Ritengo che un sostegno economico dovrebbe esserci, ma non va lasciato indiscriminatamente nelle mani di chiunque. Il sistema attuale di finanziamento fa schifo, fa vomitare.
- Organizzzare il V2 day il 25 aprile non è stata un'idea felice di Grillo, ma Luciano quante volte anche tu hai scritto e detto della poca o quasi insesistente memoria storica degli italiani? Se così non fosse, oggi non avremmo di nuovo il nano al governo. Per quanto non lo giustifichi, Grillo ha voluto, a mio avviso, incitare i suoi seguaci a "liberarsi" del pattume che ci oramai ci sovrasta tutti. Niente a che vedere con chi ha perso la vita lottando davvero per liberare il proprio paese da fascisti e nazisti, per carità. Ma anche qui mi pongo una domanda retorica: non sarebbe ora che facessimo una seria rivoluzione? Non sarebbe ora che ci liberassimo "di nuovo", con altre armi beninteso? Forse Grillo urla troppo ed urla l'ovvio, ma io dei suoi messaggi non scarterei proprio tutto. Ci siamo "accontentati" di un governicchio tenuto insieme col nulla e durato nemmeno due anni, purché ci liberasse dal nano; abbiamo voluto, in qualche modo, vederci del buono in Prodi e compagnia. Perché non vedere del buono anche in un personaggio come Grillo che, per quanto volgare ed irritante, tenta a modo suo di scuotere la gente?
E perché certe iniziative non partono mai dalla parte sana delle istituzioni? Perché ce n'è una, ne sono sicura.
Può darsi che gli urlatori cadranno, anzi lo spero, perché tra questi ci sono anche i leghisti. Quelli, poi, urlano più di chiunque altro.

Mah! a volte tra il dire e il fare ci sta di mezzo il mare!
Gridare e non fare... boh.
Rino, ignorante.

Non sarà il caso di dividere i problemi dei giornali e dei giornalisti da quelli degli editori? I giornalisti non sono solo quelli che si vedono in televisione e guadagnano montagne di soldi, da Santoro a Vespa a Feltri a Belpietro. Perché non ricordare che gli editori sono rappresentati da un certo signor Montezemolo che poco ha a che fare con la stampa e i giornalisti e molto con la grande industria e la politica? Se i giornali ottengono finanziamenti assurdi non è colpa dei giornalisti, ma degli editori, che spesso sono politici e industriali. I giornalisti lavorano nei giornali, ma il più delle volte non li dirigono.

Anche io, come Alessandra, mantango una posizione meno estrema. Naturalmente, vivendo fuori dall'Italia ed Europa, non posso seguire molto di cio' che fa Grillo, quindi la mia valutazione e' necessariamente incompleta.
-Sui tre referendum: ho letto, su Lettere al Direttore che le firme raccolte non hanno valore legale, se ho capito bene perche' raccolte in un giorno di festa. Non so se ho compreso bene, ma se fosse vero potrebbe essere stato solo un gesto per creare discussione, pro e contro. Non mi esprimo sul merito dei tre referendum.
-Tuttavia, dire che la Liberta' di stampa in Italia e' tutt;altro che in buona salute, mi sembra corretto. E ripeterlo, per l'ennesima volta da un palco, non lo vedo in se' come un fatto sbagliato- tutt'altro. Il resto sono solo supposizioni - se Grillo lo fa per soldi, se lo fa perche' aspira a diventare un Primo Ministro.. Io guardo ed ascolto. Anche Dario Fo ha usato il palco per lanciare messaggi forti verso il sistema Politico.
-Sulla qualita' della stampa, TV e Radio. Qui oltre alla RAI International, ricevo TG Sky. Rai International, non so se per poca intelligenza o per delibarata scelta ci fa vedere ad ore possibili e 'normalmente accettabili' -cioe' tra la 18.00 e le 24.00 locali solo due Telegiornali di 15 minuti ciascuno, un TG 2 ed un TG 3 -- non e' specificato neanche a quale orario Italiano riferiscano (se sono stati registrati la mattina, pomeriggio o sera). Il programma Report, si Milena Gabanelli viene trasmesso dopo la mezzanotte della Domenica, e finisce verso le 1.30. Anno Zero comincia alle 22.30, a volte il Giovedi', a volte il Venerdi' - ma e' difficile saperlo in anticipo, anche con accesso all'Internet. Inoltre gli orari sono quasi sempre errati (oggi il Tg 3 e' stato trasmesso con 25 minuti di ritardo -quindi non si puo' registrare... o lo apsetti pazientemente, o ci rinunci).... Porta a Porta, al contrario, comincia alle 21.30 ed e' sempre replicato la mattina seguente, attoeno alle 10.00 -- Porta a Porta viene trasmesso 3, anche 4 volte alla settimana. Inoltre, ieri sono andato a guardare altre TV Internazionali e tutte -- cioe' Cinese, Portoghese, Hong Kong, Polacco, Francese, ed altri trasmettono almeno una ora di telegiornale nella fascia oraria in cui ci si apsetta la gente del relativo Paese davanti alla TV (ad esempio il TG del Pakistan e' trasmesso verso le 22.00, che e' normalmente orario di cena per i Pakistani).
Ancora non sono riuscito a trovare l'ora precisa della rassegna stampa su RAI -- probailmente non c'e', perche' a volte mi capita per caso. E quindi mi guardo la Eassegna stampa di TG Sky.
-Qui voglio parlare di questa rssegna stampa. I giornali fissi sono: Corriere della Sera, Repubblica, Stampa, il Giornale, l'Unita', Libero, il giornale di Ferrara -che non ricordo adesso- il Mattino di Napoli, il Messagero, il Tempo... a volte il Manifesto, spesso Gazzetta dello Sport, Corriere dello Sport, perfino Tuttosport, a volte altri giornali piccoli, mai la Gazzetta del Mezzogiorno !!!...
Elencati qui sopra sono quindi tutti i giornali a massima tiratura. Il Giornale e Libero appartengono a Berlusconi. Il Tempo ed il Messagero sono ben orintati verso la Destra. Rimangono la Stampa, il Corriere di Milano, Repubblica e l'Unita'....
Almeno Rai 1 e Rai 2 sono abbastanza orientate... Poi c'e' la Mediaset. Rimane, sola, Rai 3.
Su questo no si puo' dare torto a Grillo =-- e creare polemica serve, senonaltro perche' forza la gente a pensare.
- Una cosa che mi ha dato molto fastidio e' che il Direttore di Repubblica Vittorio Zucconi -che trovate qui su Internet --due giorni fa ha parlato non bene di Grillo (questo da sempre) ed ha coniato la parola "Grillismo" a cui ha pero' aggiunto la parola "Travaglismo" riferita a Macro Travaglio !!! cosa e' che ha fatto di male Marco Travaglio ?? E' perche' ha accettato l'invito di Beppe Grillo sul palco a Torino (citta' natale di Marco) ed ha parlato per 25 minuti circa di come non la mostra liberta' di stampa e' cosi' minacciata ?? veramente questi discorsi me li aspetterei venire sia dalla Sinistra -quando mai, se mai finiranno di litigare tra di loro su "chi e' il piu' bel Comunista del reame" -- e anche, sopratutto dal Partito Democratico, ovviamente usando luoghi appropriati, parole piu' pacate ma sempre ferme...
Ormai, pare invece che il conflitto di interessi non se ne parlera' piu' - a meno che non ricominciamo noialtri a fare lavoro di quartiere, come si faceva una volta....
.......................
Riguardo il finanziamento ai giornali - ci sono varie teorie.. Non mi dilungo qui, ma penso che il primo passo assolutamente necessario e' la soluzione del Conflitto di Interessi.. Nei pasesi dove il problema e' risolto -- ed e' anche accettato culturalmente--- le TV a carettre Nazionale hanno uno spazio molto limitato da dedicare alla pubblicita' -- di modo che la stessa si riversa poi sulle private e sui giornali.. La BBC Inglese fino a qualche anno fa non faceva assolutamente nessuna pubblicita', prendendo poi il 100% del canone.
..........................
Alessandra osserva che il programma Report e' visto da pochi: a me, quello che sorprende e' non vedere la RAI farsi pubblicita' ai propri programmi, a cominciare proprio da quelli che appaiono meno attraenti. fare pubblicita' ai propri programmi, inclusa la trasmissione di Film e' un fatto normalissimo qui... Se c'e' un bel Film programmato la Domenica, ad esempio, sarebbe bene saperlo in anticipo... se poi si ripsettassero gli orari -- come succede praticamente dappertutto (nel mondo ricco) sarebbe anche meglio.....
....................
Non consco qualita' e difetti dell'albo dei giornalisti quindi non so
...........................
Rispetto alle Contro-inchieste, credo veramente che le dobbiamo fare noialtri, caro Luciano. parte un piccolo gruppo di giornalisti, tra cui quelli che lo stesso Berlusconi fece allontanare dalla RAI, non se ne vede di nulla.
Il 12 Maggio dello scorso anno, vidi la ritrasmissione del TG 2 dedicato agli incidenti di Roma che portarono all'assassinio 'involontario' di Giovanna Masi, al centro di Roma - con ampie immagini di Poliziotti in borghese che si mischiarono tra la folla della manifestazione del Partito Radicale che era autorizzata e di carattere festivo (si festeggiava l'anniversario del referendum sul divorzio)... Il servizio del TG 2, sarebbe stato attaccato come fosse stato un TG Comunista, secondo la moneta corrente usata da berlusconi e la Lega... eppure quei giornalisti riportavano solamente i fatti con le immagini...
Ciao a tutti -- Buon primo Maggio a tutti...

un PS necessario e divertente: secondo gli orari a quet'ora il Programma Anno Zero sarebbe dovuto cominciare da una decina di minuti. Invece c'e' ancora lo sceneggiato La Nuova Squadra, anche simpatico (l'ho visto un paio di volte) ma in ritardo di almeno mezz'ora -- forse piu'... Se avessi usato il registratore mi sarei perso (come gia' accadutomi) la mezz'ora finale... a volte, rare, mi e' cominciato in anticipo !!!! facendomi perdere l'introduzione che trovo sempre interessante !!
...............
Altra notazione: le partite di calcio, e tutte le trasmissioni sportive -- ci potresti aggiustare l'orologio (o quasi !!!)
..............
Terzo PS: non ho nessuna possibilita' di sapere con facilita' di cosa trattera' il programma che voglio vedere -- a meno che vado su Internet, sul sito RAI.. che, e purtroppo mi viene da dirlo, il sito RAI e' patetico se messo a confronto con la BBC, Channel4 UK, CNN, CBC Canada, e probabilemnte altre...
Non capisco perche' siamo cosi' pateticamente poveri su fatti cosi' importanti !!! Voglio dire, si tratta di fare un sito Internet -- non e' la costruzione di un ponte !!!! guardate da vio, non c'e' bisogno di conoscere la lingua Inglese, francese eccetera...
Pero' si continuano a spendere milioni su ospiti che non sono affatto necessari -dalla Domenica Sportiva (che poi e' solo calcio, Ferrari, ed il pagatasse che vive all'estero Valentino Rossi), e le tantissime ragazze che invece di 'comunicare' un qualunque messaggio agli spettatori -- mostrano cosce e tette e si mosrano graziose e stupide.. mi spiace per loro -- il lavoro e' il lavoro...

Una sola annotazione (delle tante possibili) su Grillo: a me fanno orrore i "vaffanculo" gridati dal capopopolo e poi ripetuti per minuti e minuti come una litania dalla folla plaudente.

Hai ragione Luciano. Fanno orrore anche a me.
E mi fa ancora più orrore tutta questa rabbia informe, che non sa andare oltre l'invettiva e l'insulto ed è incapace di tradursi in vera partecipazione, ma che ha la presunzione di eessere "genuina e non compromessa con il potere". A me quella folla urlante è sembrata la quintessenza del gregge che segue il masaniello di turno.

A volte m'è capitato di essere in mezzo a folle in cui si scandiva lo slogan "chi non salta XXXXXX è è"
A prescindere da chi potesse essere il XXXXXXX di turno, mi sono sempre rifiutato di saltare.

a parte saltare o gridare vaffa, che sono attività che a molti piacciono, e ad altri no, un problema però rimane:
solo di costi diretti, lo stato spende all'anno oltre 1000 milioni di euro di contributi all'editoria. poi ci sono tutte le altre agevolazioni, telefoniche, postali ecc che sono valutabili oltre 250 mln.
il tutto per avere un'editoria come quella italiana, cassa di risonanza dei politici e dei partiti.
leggevo che "europa", che prendeva contributi come organo ufficiale della margherita non vendeva più di 5000 copie ma ne doveva stampare oltre 30.000 per beccarsi 4 mln.
la mondadori è sui 30 mln, rcs sui 25 e repubblica espresso attorno ai 16.
avvenire, (e dove lo vendono?) 10 mln. poi feltri 5 ferrara 4 e così via.
ma io devo finanziare ferrara, che mi va vomitare? o feltri che mi fa ribrezzo?
se fossi lì, sempre che radioelettra me lo consenta, andrei a firmare di corsa.

Avvenire lo vendono normalmente in edicola, come tutti gli altri quotidiani. Poi c'è anche la distribuzione nelle parrocchie

Un discorso è affrontare seriamente il problema dei finanziamenti pubblici alla stampa e dei requisiti per ottenere i fondi.
Tutt'altra cosa è sparare nel mucchio come fa Grillo.

lo so eeka, e la mia era una provocazione.
per chiedere: e perchè non se lo finanziano loro?
chiaro che lo stesso discorso vale per tutti.
perchè un fascista deve venire a sapere che coi suoi spiccioli viene finanziato il manifesto?
o viceversa?
guarda che per la editoria, a fronte di progetti seri, ci sono finanziamenti cee, cui altri paesi accedono.
perchè non si può fare così anche qui? finanziare progetti seri. e si potrebbe, perchè un progetto per essere finanziato dovrebbe avere certe prerogative, dopo di chè vengono erogati parte dei fondi e dopo la verifica viene erogato il saldo.
ma in italia fare le cose cristalline comporta un problema. che diventa più difficile aggirare le regole.
per cui, avanti, tanto paga pantalone, cioè il debito, cioè "tutti noi".
e non immagini quanti siano quelli che sperano di poter dire "tutti voi".

luciano,
ti ripeto che a me di grillo non me frega niente e che, tra l'altro, non mi fa neanche più sorridere, però il problema c'è e lo ha sollevato.
prima, ci aveva provato report, ma senza esito visibile.
poi, niente di niente dalle altre parti, cioè dalla politica ufficiale, che si guarda bene dal sollevare problemi che le possono ridurre soldi e potere.
io non mi aspetto che grillo e i suoi grillini salvino l'italia, per carità, però tra lui e stella di casino verso la "casta" dei politici ne hanno alzato e come. e qualche microscopico risultato si vede.
il miglior sistema di non far cambiare le cose è di non parlarne o di delegittimare chi ne parla.

Marcob,
se dovessi risponderti d'istinto, ti direi che mi dà fastidio sapere che con i miei soldi vengono finanziati il secolo d'italia, Europa oppure - pur non essendo io fascista - il manifesto (che è un giornale inutilmente settario, a mio avviso).
Però non mi piacerebbe nemmeno un'editoria dominata solo da grandi gruppi che possono permettersi i costi di pubblicazione e drenano tutti gli spazi pubblicitari. Una forma di fondo di garanzia per l'editoria, con dei meccanismi di controllo rigidi che possano evitare gli abusi che tu giustamente citi, credo debba essere in qualche modo previsto.

Sono d'accordissimo che delle cose bisogna parlarne e denunciarle. Però Grillo o il libro La Casta cos'hanno cambiato? Hanno soltanto aumentato una sensazione di disgusto generalizzato, che non si è minimamente tradotta in PIU' politica, in MAGGIORE impegno e in MAGGIORE partecipazione dei cittadini, ma solo in un aumentato rifiuto della politica e delle istituzioni. Aprendo varchi (come sempre accade in questi casi) a chi cavalca l'antipolitica), e cioè alla destra demagoga e arruffona. Vedi la Lega.
Insomma, io penso che il confine tra denuncia seria e urlo scomposto sia molto labile.

Risultati contro la casta? Insomma... io in parlamento vedo Cuffaro, Schifani, Dell'Utri, Bergamini e potrei continuare. Gli unici penalizzati sono quelli della sinistra, moderata e non.
Siamo sicuri che tutti questi censori in realtà non abbiano lavorato per il re di Prussia?

Eeka l'ha messa giù molto più chiaramente di me.
Certamente le VERITA' non si giudicano in base all'utilitarismo, però dove è finisto il raccolto di un anno di semina del grillismo e di Stella e Casta e "Vaffanculo!" di qua e "Vaffanculo!" di là e di "Vergognatevi!" a destra e di "Vergognatevi!" a sinistra" e di sberleffi a tutti compreso il presidente della Repubblica? C'è stato un qualche raccolto? O (peggio ancora?) questo raccolto chi l'ha portato nel proprio fienile?
Gridare "Vaffanculo" e dire che tutto è una merda porta a un solo risultato. Non occorre che ve lo spiego io.

per essere onesti sono stati penalizzati anche la santanchè, storace o er pecora, ma, come la sinistra arcobaleno, se la sono cercata.
io, fra l'altro, ho parlato di microscopici risultati, che sono il parlare un po' di più di riforme. vedremo poi se le faranno e come le faranno.
una domanda:
cuffaro, dell'utri e compagnia sono politica o antipolitica?

Difficile rispondere.
Se non (forse) con le parole di Paolo Sylos Labini che nel 2002 disse "In Italia la criminalità organizzata è andata al potere"

vogliamo riaprire la discussione sul perchè il voto sia andato in una certa direzione?
ognuno di noi ha la sua opinione e già l'abbiamo espressa.
ci basta pensare che l'italia si è spostata a destra per colpa di stella e grillo?
a me non pare.
tra l'altro, stella, il cui libro contiene anche una marea di scandali che scandali non sono, ha sparato nel mucchio. e nel mucchio purtroppo c'è fassino che fa eleggere la moglie per varie legislature, e tanti di sinistra che si bevono tutti i privilegi possibili. in egual misura come a destra.
solo che a sinistra di fronte a queste cose si grida al lupo al lupo, mentre a destra ci si monta a cavallo e si vince.
poi ci possiamo consolare a dire che gli italiani si sono rincoglioniti, ma con una informazione libera e pubblicamente finanziata come abbiamo, questo è il messaggio che è passato.
ti faccio solo un esempio: di pietro con grillo c'è andato e le elezioni le ha vinte. travaglio non si è candidato, ma se lo faceva prendeva una marea di voti.

No, non penso affatto che la sinistra abbia perso le elezioni per colpa di Grillo e di Stella.
Dico soltanto che questa consultazione elettorale era nata sotto una sfortunata stella e con un pessimo grillo urlante.

Mi perdoni la battutaccia?

non è poi così orribile

"Sono d'accordissimo che delle cose bisogna parlarne e denunciarle. Però Grillo o il libro La Casta cos'hanno cambiato? Hanno soltanto aumentato una sensazione di disgusto generalizzato, che non si è minimamente tradotta in PIU' politica, in MAGGIORE impegno e in MAGGIORE partecipazione dei cittadini, ma solo in un aumentato rifiuto della politica e delle istituzioni." scrivi Luciano.
Corretto.
Però la nostra mente non è lineare e noi persone non reagiamo come farebbe un computer.
E' risaputo che le leggi delle Fisica NON si applicano ai nostri comportamenti...
Noi, umani, siamo "regolati" da altre "leggi", reagiamo in modo viscerale, non in modo logico...

Penso che ci sia molta verità in quanto affermato da marcob. e quoto l'intervento di alessandra sia nella valutazione sull'ordine dei giornalisti sia nella valutazione su Grillo

A me piacerebbe che le "ovvieta`" che Grillo strilla qualcuno le dicesse a bassa voce. Ricordate la Parmalat? Ricordate che i titoli erano consigliati e nello stesso periodo il Grillo urlante nei suoi spettacoli invitava gli spettatori a diffidarne?
Insomma in mancanza di qualcuno che informi le folle in maniera piu` civile anche un grillo urlante puo` andar bene e se si considera il referendum uno strumento valido, deve esserlo sempre, chiunque lo promuova. Anche a me non piacciono i vaffanculo di piazza e pero`, ancora meno mi piacciono i processi faziosi e pretenziosi che in questi giorni hanno affollato giornali e TV contro Grillo la sua dichiarazione dei redditi e i suoi grillini, trovo questa difesa molto piu` indegna dell'offesa.

le cose che Grillo urla, si leggono da anni su quotidiani (ad esempio l'Unità o Repubblica), su settimanali (ad esempio L'Espresso o Il Diario finchè è esistito), su mensili (ad esempio Micromega) o su libri.
Solo che non hanno mai avuto l'eco mediatica e piazzaiola di Grillo.

Non mi è mai piaciuto Grillo, ma ora mi ha davvero stufato.
L'abolizione dell'ordine dei giornalisti significa deresponsabilizzare la professione, non avere più controllo e indirizzo sull'etica professionale, spalancare la strada a decontrattualizzazioni ed alla precarietà. Sul resto non ho parole, non merita tanta attenzione.
;-) duccio

Le cose che Grillo urla
ci sono scritte sui giornali, verissimo, solo che moltissima delle gente che incontro per strada NON acquista e NON legge i giornali...è un dato di fatto e abito in Liguria

Ma l'eco mediatica e piazzaiola io la trovo piu` positiva che negativa, piu` gente e` informata piu` diventa facile "difendersi".
Certo che poi si corre il rischio di scambiare ogni cosa che passa per la testa di Grillo per vangelo e di cadere nel vaffanculismo spinto, ma come sempre sta anche a chi riceve le informazioni elaborarle con la propria testa, l'importante e` che queste non manchino, non vengano seppellite sotto un mucchio di gossip e finti scandali dei quali nessuno subisce le conseguenze.

Un paio di anni fa apprezzavo Grillo per la sua opera di denuncia e di coinvolgimento dei giovani. Poi con il tempo mi sono disamorata. Come hai sottolineato te, al di la' di alcuni contenuti condivisibili, la cosa peggiore e' appunto che Grillo fa di tutto un fascio. Senza contare le sue uscite razziste contro i Rumeni. Il fondo per me lo ha toccato quando ha invitato i suoi fans a non votare.
Da allora per me ha chiuso.

Solo una nota Luciano: il linguaggio "aulico" che hai insolitamente usato nel post e' volutamente adeguato all'argomento? :-)

Il testo del post è in gran parte di Sandrone Dazieri (io ho solo fatto qualche modifica qua e là)

I commenti per questa nota sono chiusi.

Motore di ricerca del Ringhio di Idefix

  • Si clicca su "Motore di ricerca", si apre un link, si clicca su "Ricerca personalizzata" e si usa come il normale Google. Solo che la ricerca è interna al blog

giugno 2015

lun mar mer gio ven sab dom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30