La mia foto

Contatore Shynistat

  • Contatore

I miei vecchi post del blog Kataweb

Altri vecchi post del blog Kataweb

Blog powered by Typepad
Iscritto da 07/2007

Lettura quotidiana della Bibbia

  • • Da "Giacomo, 1,22": "mettete in pratica la parola e non ascoltatela soltanto, illudendo voi stessi"
  • Lettura quotidiana della Bibbia

« Otto per mille: come per la Chiesa cattolica il trentasei si trasforma in novanta | Principale | Election day (orrido inglesismo, ma ottima idea) »

11/02/2008

Commenti

Feed Puoi seguire questa conversazione iscrivendoti al feed dei commenti a questo post.

io nn credo a dio,ma all'anima.sono buddista,laicamente e filosoficamente.però,ad occhio e croce,i principi dei protestanti,così come li descrivi tu,mi sembrano più comprensibili dei precetti dettati dalla chiesa cattolica.più a dimensione d'uomo.più ragionevoli.che così sia più semplice accostarsi alla religione.probabilemnte ci sono più atei tra i cattolici,che tra i protestanti,forse se fossi nata in questa realtà nn rifiuterei la religione come invece ho fatto.

Simona: non ho messo quel post per convincere nessuno (a parte una vena polemica sul Vaticano). Volevo solo provare a descrivere per sommi capi una serie di elementi che la stragrande maggioranza delle persone non sa (oppure conosce molto vagamente)
Un salutone

Ci sei riuscito bene. Complimenti

Cose che mi lasciano perplesso sia del Protestantesimo di stampo Luterano/Calvinsta, che del Cattolicesimo:

1)Non credendo nell'esistenza di un Dio, la predestinazione mi fa rabbrividire.

2)Quindi anche la "salvazione", ovvero la favoletta di un mondo animistico post-mortem, mi da lo stesso effetto; dover pagare per "salvarmi" poi...

3)La Chiesa Cattolica è autoritaria, non ammette conoscenza popolare.
Questo perchè ha il concetto del "libro chiuso", leggibile solo dal sacerdote autorizzato, che quindi è il principio dell'analfabetismo delle masse cattoliche pre-illuministiche e anche del fatto che il cattolico tipo non sa nulla o quasi della SUA religione.

4) Il Protestantesimo Luterano/Calvinista, fa sì che il libro sia aperto e fruibile dalle masse, che devono essere alfabetizzate, ma nei paesi dove è divenuto dominante, nel periodo pre-illuminista, comunque la caccia e i roghi a "streghe", "eretici" e "libertini" si sono avuti lì, come nel mondo cattolico.

5) L'influenza dei vari Pastori nella società è stata ed è tuttora, vedi negli USA, moolto pesante quanto la presenza cattolica.

6) Lutero e Calvino erano feroci antisemiti, così come tutto quel cattolicesimo che in latino nominava i "perfidi giudei".

7) In tempi moderni, Sia molti Vescovi Cattolici, che molti Pastori sono stati complici delle leggi razziali e dello sterminio ebraico.

8) L'iconoclastia protestante, così come l'autoritarismo cattolico, produssero a fasi alterne una sistematica persecuzione del "libero pensiero", anche quello goliardico, che arrivò a causare, oltre ai già citati roghi, a far chiudere luoghi di ritrovo (teatri, osterie), distruggere opere d'arte (specie quelle antiche) e strumenti musicali (Calvino era un fanatico di tale scempio).

9) La parità uomo/donna nelle società protestanti è arrivata in età moderna, un po' prima delle società cattoliche, ma pur sempre come effetto dell'industrializzazione e del suffragismo, quindi conseguenze del laico illuminismo.

10) Non tutte le sette protestanti sono puramente non autoritarie, basta pensare agli anglicani, che hanno un Monarca come capo spirituale e i Vescovi come i cattolici.

Lo sai la cosa sarcastico/divertente di questo giochino su punti???

E' che abbiamo tutti e due ragione!!!

Dipende solo da cosa si vuole evidenziare e cosa escludere...

Maobao

P.S. Il giochino non lo avrei mai intrapreso se prendevi in esame solo la BUONISSIMA e MITISSIMA comunità Valdese, al massimo ripetevo il solito adagio che secondo me dovreste autofinanziarvi TOTALMENTE senza otto per mille, come per me dovrebbero fare tutti i gruppi religiosi.

Purtroppo hai infilato tutto il mondo protestante, quindi anche simpatici produttori di roghi e lettere scarlatte...

P.P.S.

Per un'attimo credevo avesse collassato il server di typepad, non prendevo più la linea...

P.P.P.S

Mentre ti cercavo in rete, ho fatto il giochino di scrivere "Luciano Comida" sulla sezione immagini di Google.

Fra le altre, è uscita l'edizione in Thai di un tuo libro???

Ma in quante lingue sei tradotto???

Maobao

Maobao: sì, hanno tradotto un mio libro (UN PACCO POSTALE) anche in tailandese (e tra poco dovrebbe uscirne un altro). Finora le lingue sono (comprese le due o tre in arrivo) otto.
Sul tuo interessante elenco di obiezioni (a cui sarebbe bello discutere davanti a un bicchiere di vinello buono), due osservazioni soltanto.
Una: non penso minimamente che "protestante bbuono" e "cattolico cattivo" oppure "cristiano bbuono" e "non credente cattivo". Sarei un demente se, avendo alle spalle qualche millennio di storia umana, pensassi una rozza fesseria del genere. All'interno del protestantesimo ci sono stati fenomeni atroci ( i roghi di Ginevra, la caccia alle streghe, certi predicatori razzisti, Bush). Così come (per fare un esempio) io sono di sinistra ma non ho alcuna esitazione a dire che, nella storia della sinistra, ci sono stati fenomeni atroci (lo stalinismo, le BR, Pol-Pot e la Cambogia).
La seconda: condivido. Trovo orribile la cupa e rigida predestinazione di certo calvinismo. In realtà quella concezione è stata ampiamente superata dall'evoluzione successiva del pensiero teologico.

Vinello buono????

Sia ringraziato chi vuoi tu!!!

Avevo il TERRORE tu fossi anche astemio!!!

Quindi quello che hai in mano nella foto con Gianni è un Bicchiere di Vino???

Nunzio Vobis, Gaudium Magnum, Lucianus Bibet!!!!

:-)

Bella lì!!!

Manca solo un cilone/cilum...

:-)

Nei nostri bicchieri (di me e Gianni) c'era vino. Rosso.
E (se ricordo bene) era terrano, un vino forte e aspro delle nostre parti. a me piace molto, così come (ne dico un paio soltanto) la Barbera, il Dolcetto, la Malvasia (un bianco della Dalmazia), la Bonarda. In genere (non essendo un intenditore) preferisco i rossi giovani e vivacetti. Vini come il Barolo mi sembrano troppo austeri: darli a me è come dare perle ai porchi. O come dare un libro a Borghezio.
(Che però, lo noto adesso, ha il cognome molto simile al grande Jorge Luis Borges. Guarda tu le casualità...)

vedo che alla fine sei riuscito ad inserire il box di ricerca nel blog !

Occielo! Non ti ho ringraziato direttamente per l'aiuto che mi hai dato?
Vuoi dire che l'ho fatto sul blog e non a te di persona?
(Che ffigura)

non sapevo fossi valdese, me l'ha detto teppy poc'anzi.ma c'era da immaginarselo. troppo accurato sulla conoscenza di certi temi, troppo sensibile a certe questioni... c'eri all'assemblea sinodo?
ikara (battista romana)

Ciao, Ikara.
Battista come Martin Luther King?
No, al Sinodo non ci sono mai stato.
Nelle valli valdesi sì.
Ci teniamo in contatto?


luciano,ti tiro le orecchie!nn ho detto quelle cose di me xchè pensavo che tu volessi convertire qualcuno,ma solo x precisare il mio punto di vista a chi magari nn mi conosce!e x far vedere che anche una xsona che nn crede in dio,come me,può comunque apprezzare il messaggio di una religione come la tua,che nn pretende di indottrinare e imbeccare la gente!infatti,penso davvero che se fossi nata valdese,forse il mio atteggiamento verso la religione sarebbe diverso.un caro saluto anche a te!

Se fossi un cristiano, probabilmente sceglierei il protestantesimo come mia fede. Il cattolicesimo si basa sulla parola di Dio attraverso il Papa e tutta la casta sacerdotale, che sono sempre uomini. L'uomo crea istituzioni per tutto, cosa che alla fine gli si ritorce contro.

Al bicchiere mi auto-invito: ho riconosciuto Maobao alla seconda riga --ben prima di arrivare alla fine: e' l'abitudine e poi anche un po' di convergenza sul tema.... Anni fa, ho letto un bell'articolo al proposito -forse un capitolo di un libro a proposito di religione Cristiana e ruolo delle donne.. Uno dei paradossi del Protestantesimo, della Riforma. Da un lato il rifiuto di una 'mediazione' sul principio dell'uguaglianza di tutti (gli eletti, perlomeno)... Ma dall'altra, il fatto che il rapporto Uomo-Donna non fu modificato per nulla -l'Una rimase ferma nel ruolo datole senza possibilita' di svilupparsi individualmente... Piuttosto, si sottlinea l'importanza del Protestantesimo per lo sviluppo del Capitalismo.... come sela 'nuova' religione porvvedesse la struttura ideologica per il nuovo modo di produrre ed orgnizzare il lavoro... mi sa che l'incontro con vino sara' necessario....

Purtroppo non riesco a credere ad una vita ultraterrena. Sono atea (stile Margherita Hack per intendersi).
Trovo molto interessante la tua sintesi e devo dire che sui principi morali (amore per il prossimo, accoglienza, ecc.) mi sento proprio in linea.
Ciao!

Grazie Luciano, è da un po di tempo che mi ponevo domande sulla mia identità spirituale e dopo le ultime esternazioni del papa, ho cominciato a prendere in seria considerazione l'idea di esaminare altri orientamenti religiosi... anche perché di fede ne ho pochina...

Giulio:

Mi hai riconosciuto alla seconda riga???

E ti sei sballato!!!

He-he-he-he

:-)

Luciano:

non hai espresso parere sui ciloni...

:-)

Maobao

eliminando le religioni si eliminerebbero il 50% delle guerre.
l'altro 50% si potrebbe eliminare ricorrendo a fonti rinnovabili rispetto al petrolio.

ho fiducia nella scienza per risolvere il problema del petrolio; e nell'evoluzione umana per quello della religione.

waaaa!forse per l'estate uscirà il mio primo romanzo! dovevo urlarlo,scusa!

non preoccuparti Luciano !
ciao

Bello questo postarello Lucianon!
Mette in luce la questione del codice di partenza delle due culture.
- avverto una certa affinità di fondo, coi Luterani. Ci avevo una insegnate di tedesco luteranerrima che aveva una spiritualità così bella....
alcune osservazioni sparpagline:
- Questa assenza di confessore è la garanzia di una orizzontalità ma ahò è pure crudele. sei solo colla tua coscienza. So cazzi. Esiste una teoria di un famoso fico che non mi ricordo chi è che vede nel protestantesimo e nell'assenza di confessione l'origine del talento tutto crucco per la metafisica.
- A onor del vero, pochi sono stati antisemiti come Lutero e i protestanti der tempo suo. E dopo mi sa. questo ha una fitta relazione con il successo di Hitler secoli dopo.
- C'è da dire, che l'origine del capitalismo Weber l'ha appiccicata alli protestanti non alli cattolici (e manco agli ebrei - come il mio portafoglio dimostra brillantemente)
- Il vino rosso, lo vojo pure io!

Bel posto, molto interessante! Soprattutto pieno di informazioni che non conoscevo!

Luciano Protestante:

Hai visto le notizie da caccia alle streghe riportate sul mio blog???

Che schifo!!!

Maobao

I "cannoni" (detti anche "ciloni", con un linguaggio più "sacrale" e indiano) non li ho mai usati. In vita mia ho solo fumato due o tre spinelli, più di venticinque anni fa.
E non ho nessunissima simpatia per le droghe.
Mi piace bere un bicchiere di vino ma vedere gente che barcolla o che farfuglia perchè ubriaca mi fa quantomeno tristezza. Così come mi fa angoscia vedere gli occhi "fumati" di chi si è fatto qualche spinello.
E uguale disagio mi suscita chi è dipendente dal tabacco.
Droghe? No. E neanche grazie.

Salve Luciano. Sono Cristiano Evangelico da settembre 2007.
In realtà già prima ero convinto della salvezza gratuita, ed ero lontano anni luce dalla dottrina cattolica.
Quella data è importante perché il mio amico, salvato anche lui, mi ha avvicinato alla lettura della Bibbia.
Questo è il link del suo blog:
http://chiesauniversale.blogspot.com/

Grazie della segnalazione.
Non riesco però a lasciare commenti sul suo blog.

[trackback]:
http://babilonia61.splinder.com/post/15924387/LE+CIFRE+DELLA+SCHIAVIT%C3%99.

Rino

Ho lasciato un commento poche ore fa... ma è sparito

Salve Luciano il fatto dei commenti è per ora una sua scelta. Puoi scrivergli direttamente sulla mail che trovi sul suo blog.
P.s.: ti ringrazio per l'intervento sul mio blog, ti ho risposto sempre sullo stesso post. A presto

caro luciano ti stimo tantissimo, seguo il tuo blog sopratutto peri consigli letterari, sono cattolico ma è da anni che convengo con voi su tanti punti tipo la venerazione dei santi, la confessione, la non esistenza del purgatorio, la salvazza donata da Dio anche se una vita corretta ed onesta è essenziale, la gerarchia della chiesa ed il fatto che tutti possiamo "essere sacerdoti" l'unica cosa che non hai elencato però è l'eucarestia, un incontro quoridiano con Dio assieme alle scritture che mi mancherebbe assai.con affetto Fulvio

Fulvio: provo a riassumere la questione dell'eucaristia (come la chiamano i cattolici) o della "cena del signore" (come dicono i protestanti).
Per i primi, in essa c'è la vera e propria presenza del Corpo e del Sangue di Gesù Cristo nell'ostia consacrata. E la celebrazione eucaristica è il centro della messa cattolica.
Per i protestanti, la "Cena del Signore" non si celebra tutte le domeniche, non si ha nessuna consacrazione di ostie o particole (ma si usa del semplice pane), è una conferma e un commento simbolico alla predicazione. Per i protestanti infatti il vero centro del culto è l'ascolto della Parola di Dio (lettura di qualche passo delle Scritture) e sermone del pastore, canti corali ed eventuali interventi o comunicazioni dei fedeli.
Ti ringrazio molto per la tua presenza sul mio blog e per i commenti che lasci.

a giulio in canada: -Uno dei paradossi del Protestantesimo, della Riforma. Da un lato il rifiuto di una 'mediazione' sul principio dell'uguaglianza di tutti (gli eletti, perlomeno)... Ma dall'altra, il fatto che il rapporto Uomo-Donna non fu modificato per nulla -l'Una rimase ferma nel ruolo datole senza possibilita' di svilupparsi individualmente... -
che intendi? io non sono tanto d'accordo... basti pensare a caterina von bora, moglie di lutero, o al sacerdozio universale (donne pastore), penserei alla FDEI, federazione donne evangeliche in italia, o alla REFO, rete evangelica fede e omosessualità... l'unione femminile.... boh.. a me pare che all'interno del protestantesimo le donne ne abbiamo fatta di strada, dal 1517 a oggi.
...non credi, luciano?

ps. io ho manifestato con la fdei all'ultima manifestazione contro la violenza sulle donne, e con la refo al no vat. ;)

A volte mi piace ritornare su qualche tuo vecchio post e rileggerlo.
Rino, augurando buona domenica.

Le mie migliori amiche sono valdesi, i miei amici sono valdesi, eppure ho vissuto una lunga storia con il figlio di un pastore che a parole ostentava tolleranza tolleranza: mai vista persona più intollerante di questa; i miei conoscenti valdesi sono venuti a scusarsi e l'hanno tacciato di fondamentalismo; eppure è una persona estremamente acculturata, forse la cultura non è sufficiente ad insegnare la sensibilità.
Mi spiace davvero molto portare questa testimonianza così negativa, ma è andata proprio così: forse come sostenitore dell'Antico Testamento non ha saputo cogliere il Nuovo e soprattutto la venuta di Gesù sulla terra come elemento di svolta.
Sostenitore di un grande calvinismo etico verso gli altri, ma inesistente verso se stesso. Che delusione !Debby

Putroppo la cultura non è garanzia di sensibilità e di tolleranza. Pensa a gente come Sgarbi (molto istruito eppure cafone nell'animo). Così come (al contrario) ci sono persone ignoranti dal punto di vista cultural/libresco, ma che possiedono tesori di umanità. di empatia e di intelligenza.
Insomma, non basta certo proclamarsi valdesi per essere tolleranti.
E tu hai fatto bene a raccontare questo episodio: non vorrei che il mio blog diventasse una specie di spot/"santino" per i protestanti e per i valdesi in particolare. (Tanto più che anche la storia del protestantesimo è piena di orrori, di tenebre, di intolleranza, di arroganza e di stupidità. Però, a onor del vero, i valdesi furono sempre perseguitati e mai furono dalla parte del potere)

Dopo lunga riflessione e amare constatazioni mi sono reso conto che tutte le religioni sono imperfette, e nella storia di tutte le confessioni vi sono episodi di violenza, di crudeltà di brutale cattiveria. Perchè? Perchè le religioni sono creature umane, sovrastrutture spirituali di un essere imperfetto per tentare di avvicinarsi a Dio. Quindi non mi scandalizzo quando apprendo dalla storia di quali brutalità sia stato capace l' uomo nel nome di Dio, ma non per questo posso pensare di fare a meno di Lui.

Pace a tutti.

gio'

Giò: sono perfettamente d'accordo con te quando dici che "le religioni sono imperfette", che "nella storia di tutte le confessioni vi sono episodi di violenza, di crudeltà di brutale cattiveria" (per i valdesi e qualcun altro direi di no, visto che siamo sempre stati dalla parte delle vittime, ma non è questo il punto).
Il punto è: religione e fede non sono sinonimi. E tanto più una religione si discosta dalle fede quanto più pretende di possedere la Verità Assoluta e di importa a tutti.

Giò: sono perfettamente d'accordo con te quando dici che "le religioni sono imperfette", che "nella storia di tutte le confessioni vi sono episodi di violenza, di crudeltà di brutale cattiveria" (per i valdesi e qualcun altro direi di no, visto che siamo sempre stati dalla parte delle vittime, ma non è questo il punto).
Il punto è: religione e fede non sono sinonimi. E tanto più una religione si discosta dalle fede quanto più pretende di possedere la Verità Assoluta e di importa a tutti.

scusate l'ignoranza:un cattolico cosa deve fare per diventare protestante?

Bella domanda. Semplice la risposta.
Nulla se non contattare una delle chiese protestanti e parlare col pastore per entrare a far parte (se lo si vuole) della vita comunitaria, leggere qualche testo, ascoltare Dio e la propria coscienza. Insomma, non c'è nessuna formalità.

molto interessante!
ho appreso in poco tempo leprincipali informazioni e ho trovato il materialeche cercavo!

I commenti per questa nota sono chiusi.

Motore di ricerca del Ringhio di Idefix

  • Si clicca su "Motore di ricerca", si apre un link, si clicca su "Ricerca personalizzata" e si usa come il normale Google. Solo che la ricerca è interna al blog

giugno 2015

lun mar mer gio ven sab dom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30