La mia foto

Contatore Shynistat

  • Contatore

I miei vecchi post del blog Kataweb

Altri vecchi post del blog Kataweb

Blog powered by Typepad
Iscritto da 07/2007

Lettura quotidiana della Bibbia

  • • Da "Giacomo, 1,22": "mettete in pratica la parola e non ascoltatela soltanto, illudendo voi stessi"
  • Lettura quotidiana della Bibbia

« Un forte sospetto su Berlusconi | Principale | Viva le tasse »

23/08/2007

Commenti

Feed Puoi seguire questa conversazione iscrivendoti al feed dei commenti a questo post.

Lavorare onestamente tutta una vita, mettere da parte qualche migliaio di euro, avere una certa età, essere contenti di possedere qualcosa che aiuta a integrare la pensione: e costoro andranno a tassarla al 20%.
Mi da voglia di ....ridere, piangere, fuggire, dormire, lottare, ...?

Felicità

Rino, stanco di ascoltare notizie infantili.

non mi pare così scontato.
la tassazione sul lavoro, che sappiamo tutti che fatica costi, è a un certo livello, mentre la tassazione sulle rendite finanziarie è molto più bassa, credo circa meno della metà. è giusto? no.
è vero però che nelle rendite finanziarie ci sono anche i risparmi di coloro che i propri guadagni li hanno già visti tassati. allora secondo me il principio è giusto se si riesce a dividere le rendite da risparmio da quelle di posizione e tassare le seconde, magari detassando le prime.
come si possa fare non lo so, ma non si può sapere tutto.
quanto agli "stupidi" tra ministri e sottosegretari, per il motivo di cui sopra, si potrebbe fare un'altra considerazione.
a volte bisogna fare qualcosa di "stupido" per attirare l'attenzione su un problema che faceva parte del programma dell'unione, ma che non è ancora stato affrontato e sembra dimenticato.
ti chiedo una cosa, luciano:
se domani un ministro minacciasse di far cadere il governo se non verrà affrontato il nodo del conflitto di interessi, sarebbe uno "stupido"?

Marcob: sbaglierebbe perchè non è la questione soltanto di un ministro, ma dell'intera coalizione. E' un problema politico di fondo e dunque spetta all'alleanza risolverlo.
Dico anche che è intollerabile che dopo un anno di governo ancora non si sia fatta una legge in tal senso. E che i partiti benintenzionati farebbero bene a puntare i piedi.

Se passa quest cosa, non si tratta di una tassa sulle Rendite finanziarie, ma sui risparmi di povere famiglie. Si deve distingure TRA RENDITE MILIONARIE e i RISPARMI, ai grandi Investitori non gle ne può fregare di meno, tanto già non pagano quelle dovute.

Se non ricordo male l'anno scorso, quando se ne parlò, si pose il problema della soglia oltre la quale tassare al 20%. D'altra parte si parla di ridurre anche l'aliquota sui conti correnti che è al 27%. Comuqnue, sotto Finanziaria come siamo, ne sentiremo di ogni genere nelle prossime settimane.

Luciano sono pienamente d'accordo. Al di là del merito delle questioni, il metodo di questo governo è disgustoso. Fin dal primo momento le varie componenti hanno fatto dichiarazioni pubbliche con proposte politiche che poi sono state osteggiate dalla stessa maggioranza dando prova di grande divisione. Ma non riescono a parlare prima in una stanza chiusa, accordarsi su un minimo di coesione e poi esternare? Ogni volta vogliono coinvolgere l'opinione pubblica per ridisegnare gli equilibri interni. Hanno dimenticato i signori che il cavaliere è pronto come un avvoltoio a riprendere lo scettro per fare altre porcherie? La coerenza, in una situazione di emergenza democratica come questa, diventa ottusità. La fiducia degli elettori è molto sensibile alla compattezza di una coalizione; la cosa mi fa ancora più rabbia quando vedo che poi nel merito, gli indirizzi di questo governo non sono poi così male.

Ripeto: io ne capisco poco o nulla. Però resto saldo nel rivendicare un principio: la progressività della tassazione. Come poi si possa e si debba tradurre questo principio politico in atti legislativi, attraverso quali strumenti tecnici, non mi metto a discutere perchè sono incompetente. Ma il principio di cui (da uomo di sinistra) sono pienamente convinto è:
chi più guadagna e più incassa, più deve versare in termini di imposte per contribuire alle spese della collettività.

vanno tassati i grandi investimenti, non quelli dei piccoli risparmiatori (coi quali berògiocano le banche e swe qualche cosa va male non sono le suddette a soffrirne). però i grandi investimenti virtuali, vanno tassati, perchè tali investimenti sotttraggono fondi agli investimenti reli con grave danno dell'economia. oggi molte industrie sono obsplete ed i loro prodotti non competitivi, proprio perchè si privilegiano i grandi investimenti virtuali, che permettono, inoltre, parecchi giochetti finanzieri, atti a intorbidare le acque nei confronti del fisco, a riciclare, a fare investimenti senza un corrispettivo di denaro liquido etc.

Le agenzie riportano questa frase di Prodi: "Le dichiarazioni estemporanee non valgono nulla. Possono essere fatte liberamente, ma non valgono nulla. Il governo decide, presieduto dal presidente del Consiglio, nella sua collegialità".
E' così ovvio che non andrebbe nemmeno ripetuto.
Purtroppo la legione di sottosegretari di questo governo è formata da piccoli individui in cerca di visibilità. Nessuno si ricorda che la politica è (anche) l'arte della mediazione.
Però sulla tassazione delle rendite bisogna intervenire.
Non è possibile che il lavoro dipendente sia tassato più delle rendite.
Ovviamente anche io mi riferisco ai grandi patrimoni, non certo alla liquidazione di un poveretto che ha lavorato una vita investita in Bot, o peggio ancora, in fondi gestiti, nella speranza di lasciare qualcosa ai figli e ai nipoti (che, essendo probabilmente lavoratori precari, hanno un gran bisogno di un'integrazione del reddito!).
Ma la tassazione delle grandi rendite è sicuramente sgradita a Confindustria che, approfittando di un regime fiscale così lassista con gli straricchi, si può permettere di investire tutti i profitti in compiacenti società offshore, con tanti saluti all'innovazione, alla ricerca per migliorare la produzione eccetera.
Tanto per quello basta fare la lagna sul costo del lavoro...
E ahimé, tutte le volte che Confindustria si è messa di mezzo ha sempre avuto i mezzi per condizionare l'azione di qualsiasi governo, figuriamoci di uno fragile come questo

Purtroppo hai ragione... e purtroppo non è neanche la prima volta che qualche ministro straparla a vanvera!
Ciao Luciano e ben ritrovato

Comincio a credere che non sia solo stupidità. Comincio a pensare che ci sia dietro una strategia tendente a sollecitare il rispetto di certi impegni presi prima delle elezioni che altrimenti si fa finta di averli scordati e rimangono lettera morta.
Sbaglio o c'era qualcosa relativo alla tassazione delle rendite oltre un certo ammontare e delle speculazioni finanziarie esentasse nel programma dell'Unione?
Ricordo male, o si era già parlato di adeguare quelle tassazioni al livello medio europeo. Non ho letto bene ma mi pare che nessuno se lo ricorda che si era discusso di questa esigenza.
Ma è giusto che le aliquote irpef vanno dal 23 al 43% per chi lavora e si fa il mazzo e poi chi si arricchisce in pochi mesi con speculazioni (tra l'altro senza regole o addirittura fuori legge) non ci paga una minchia di tasse?
Certo c'è una bella dose di stupidità quando un ministro (o anche fosse un leader o un politico della maggioranza) spara ai quattro venti le proprie opinioni personali senza PRIMA parlarne nelle sedi dovute, come dice Luciano, ma, ripeto ho l'impressione che qualcuno si sia stufato di richiamare l'attenzione sugli impegni presi in fase di programma e di non essere ascoltato da nessuno. Che poi l'Opposizione ci fa su le sue solite cantilene è il minimo... Se aspettiamo che la proponga Berlusconi la discussione su questi temi, allora facciamo prima a cacciare gli euri noi, i soliti, come abbiamo sempre fatto.
Tuttavia l'argomento e tra quelli che devono essere affrontati una volta per tutte e magari anche presto. Dopo il conflitto di interessi... cioè l'anno del mai!

Io non penso che i politici siano stupidi, anche perché se sono arrivati al Parlamento ci sarà un motivo (o magari anche no). Ci sono sempre delle questioni dietro che al 90% non vengono mai fuori per noi plebaia.

I commenti per questa nota sono chiusi.

Motore di ricerca del Ringhio di Idefix

  • Si clicca su "Motore di ricerca", si apre un link, si clicca su "Ricerca personalizzata" e si usa come il normale Google. Solo che la ricerca è interna al blog

giugno 2015

lun mar mer gio ven sab dom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30