La mia foto

Contatore Shynistat

  • Contatore

I miei vecchi post del blog Kataweb

Altri vecchi post del blog Kataweb

Blog powered by Typepad
Iscritto da 07/2007

Lettura quotidiana della Bibbia

  • • Da "Giacomo, 1,22": "mettete in pratica la parola e non ascoltatela soltanto, illudendo voi stessi"
  • Lettura quotidiana della Bibbia

« Vieni avanti, cretino! (Opsss...intendevo dire Oscar Giannino) | Principale | I misteriosi incontri della vita: secondo Alberto Ongaro »

11/08/2007

Commenti

Feed Puoi seguire questa conversazione iscrivendoti al feed dei commenti a questo post.

Che dialetto è questo? "Triestese"?

:-)

Lorenzo: è una specie di finto veneto trevigiano.
A Trieste si sarebbe detto:
"Ciò, te gà visto quel mona de Gentilini? Dopo le monade che gà dito sui giornai, le mule e i muli se gà basà in piaza, davanti al Comun. Le mule co' le mule e i muli co' i muli, I gà fato sai ben. Volessi veder che faccia che gà fato Gentilini. A proposito, come mai un cussì maleducà come lui se ciama Gentilini?"
Lorenzo: ti specifico che in triestino "mula" vuol dire "ragazza" e "mulo" "ragazzo".

Buongiorno Luciano, spero che Gentilini non si freghi le mani nel vedere il suo nome così spesso sui giornali :-(

anca mi volessi veder che faccia che gà fato Gentilini!

Tempo fa leggevo di uno studio che si proponeva di individuare quali aree del cervello venissero stimolate da un determinato tipo di discussione. Ebbene, sembra che quando le persone discutono di politica, non vengano sollecitate le zone di materia grigia preposte all'analisi razionale, bensì quelle che gestiscono l'emotività, ovvero quelle coinvolte quando ci arrabbiamo o quando tifiamo per la squadra del cuore.

Penso che interventi verbali come quello di Gentilini giochino, più o meno scientemente, proprio su questo fattore: Gentilini attacca i gay chiamandoli culattoni e parlando di pulizia etnica (locuzione, questa, estremamente evocativa). La maggior parte delle persone non è d'accordo, e in molti giustamente si indignano, creando bagarre, tumulto, in una parola pubblicità. Grillini si incazza, minaccia nquerele, anche se sa già che non le farà e/o comunque finiranno nel nulla. Gli oggetti dell'insulto, e i simpatizzanti, organizzano una reazione pacifica, moralmente giustificatissima ma se vogliamo identica nella carica emotiva, uguale e di segno opposto. Chi era contro Gentilini lo resta, ed è in parte affrancato dalla protesta mediatica dei gay, che ai loro occhi fa fare al cattivo della storia una magra figura; chi era per Gentilini è ulteriormente schifato da questi froci/e che slinguano in diretta sul TG. Entrambe le fazioni, ciascuna numericamente arricchita da coloro che fino a ieri non avevano mai sentito nominare Gentilini o Grillini si recheranno ai seggi, alla prossima occasione, con una piccola motivazione in più per sostenere l'una o l'altra parte.

C'è da fidarsi di questo studio? Oppure bisognerebbe non curarsi dei suoi risultati e comportarsi (pur tenendone almeno in parte conto) COME SE la politica fosse anche una questione razionale?

Da fidarsi non so, ma più osservo il comportamento di alcuni politici, più mi sembra reale: e a maggior ragione occorre quindi tenersi stretti alla parte razionale.

Io penso che a volte aggrapparsi alla ragione sia una specie di atto di fede.

Anghe a me me avreppe biagiudo fetere la feccia, parton, la faggia de zabbado te 'sdo zintago te Drebiso.

Mona, birla, rassisda, ssenofopo...?
Z D R O N S O .. E'!

Bosdra Llozia

(Ber Llorenso: tialeddo aprussese-molizano-un-bo'-umpro-marghiciano-tel-sut)

I commenti per questa nota sono chiusi.

Motore di ricerca del Ringhio di Idefix

  • Si clicca su "Motore di ricerca", si apre un link, si clicca su "Ricerca personalizzata" e si usa come il normale Google. Solo che la ricerca è interna al blog

giugno 2015

lun mar mer gio ven sab dom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30