La mia foto

Contatore Shynistat

  • Contatore

I miei vecchi post del blog Kataweb

Altri vecchi post del blog Kataweb

Blog powered by Typepad
Iscritto da 07/2007

Lettura quotidiana della Bibbia

  • • Da "Giacomo, 1,22": "mettete in pratica la parola e non ascoltatela soltanto, illudendo voi stessi"
  • Lettura quotidiana della Bibbia

« Sempre su Lorenzo, crezionisti e darwinisti | Principale | Vieni avanti, cretino! (Opsss...intendevo dire Oscar Giannino) »

10/08/2007

Commenti

Feed Puoi seguire questa conversazione iscrivendoti al feed dei commenti a questo post.

Per la legge del contrappasso, condannerei Gentilini a fare la maschera in un cinema porno specializzato in produzioni per gay con il feticismo dell'uomo maturo, e Caruso a lavorare.

Non male, Offender, non male.

formalmente sarebbe anche dalla mia parte, ma solo formalmente.

Offender mi ha tolto le parole di bocca, ma aggiungerei A LAVORARE anche per Gentilini.
In Ogni caso questi due grandi Italiani si meritano un posto nella mia sezione "Grandi Teste".
In merito alla tua proposta, Io preferirei fare il deputato, si guadagna di più, non si deve andare tutti giorni al lavoro, ogni tanto qualche Escort in albergo di lusso, la coca no perchè sono proibizionistra, e magari ogni tanto una cazzata da sparare.

Ecco, rifacendomi ad un tuo post precedente, l'essenza dell'evoluzione della specie.
Alcuni umani son rimasti cerebralmente al genere Australopithecus, altri (come Gentilini) ad una razza ancor più antica, genere Padano, sotto genere "lega Lombarda".

La madre dei cretini è sempre incinta o per chi è culture delle lingue antiche Numerus stultorum infinitus est.
La soluzione per entrambi è il lavoro in miniera. Non diventano più intelligenti, ma almeno alla fine della giornata sono stanchi e tengono la bocca chiusa.

Un aggiunta un po' più seria: Caruso ce lo ritroviamo tra gli zebedei come deputato perché una legge demente ci ha costretto, solo votando una lista, a prenderci tutto il cucuzzaro, senza poter esprimere la preferenza. Così dei personaggi senza né arte né parte, come il Caruso medesimo, si sono trovati in luoghi di rappresentanza che non è assolutamente legittimo che occupino.

E, continuando sul tono giusto di Eeka, che sta facendo 'sto buon Governo DEMOCRISTIANO per risolvere la "legge demente"? Un bel nulla.

Eeka, però il ragionamento "Caruso sta a sinistra ma nessuno l'ha votato, è finito nel mucchio grazie alla legge della destra" secondo me non fila. Innanzitutto per essere eletti bisogna far parte di una lista, e qualche responsabilità chi la lista l'ha compilata ce l'avrà pure; inoltre purtroppo, la gente come lui, come Gentilini, come Prosperini ecc. ha la sua agguerrita nicchia di elettori estremisti che li voterebbe comunque e nonostante le loro sparate, anzi proprio grazie a queste. Questa gente fa voti e questo deve fare riflettere, a destra come a sinistra.

Luciano, ieri ho scritto un post sulla parola usata da Gentilini...e anche ci metto in mezzo l'uso della parola G (God) in tutti i discorsi degli americani...

Il caldo avrà fritto ad entrambi le cervella di cui già in scarsità sono stati dotati in partenza....

Non avendo il tuo mail, devo scriverlo in questo post, scusami.

[Sono appena ritornato dalla libreria, dove ho preso due volumi, uno, quello da te indicatomi, Come parlare di un libro senza averlo mai letto,e un altro, il tuo, Michele Crismani vola a Bitritto, che ho già iniziato a leggere con curiosità infantile.
Beh! complimenti per l'impostazione, l'uso giovanile e moderno del linguaggio, e ... ti dirò a fine lettura.
Rino, sconquillaffero]

Caro Rino: che tu e Dio ti conserviate la "curiosità infantile". Una delle cose che di tanti vecchi mi angoscia è la loro perdita della curiosità. Mentre esistono altri (purtroppo pochi) vecchi, ancora pieni di curiosità verso il mondo. E allora (malgrado l'età e gli acciacchi) in un qualche modo riescono a restare giovani e vitali.

Lorenzo ti ha messo sull'Enciclopedia, e ha fatto bene. Gli ho proposto di invirati a fare due chiacchiere dal vivo sulla mia chat. Quando è ci chatta.....

Ciao Ringhio: Caruso non e' dalla mia parte per molti motivi. Un primo motivo e' che la sua opinione non rappresenta affatto, non e' neanche vicina all'opinione di chi di noi lo ha eletto. Ne' mi e' sembrato che Caruso stesso abbia sentito il bisogno di consultarsi con noi- che lo abbiamo Deputato a rappresentarci. Ho anche l'impressione forte che Caruso, come moltissimi altri la' sopra, ogni tanto ha bisogno di leggersi il nome sul giornale... No, io non l'ho Deputato per autosoddisfare la sua vanita': l'ho Deputato per fare un lavoro di cambiamento nell'ambito sia della maggioranza, sia dell'intero istituo Parlamentare. Infine, Caruso si e' dimenticato, come spesso fanno lassu', che, nell'accettare il Lavoro di Deputato, lavoro Pubblico di Deputato, ci sono una serie di responsabilita', di etica di comportamento, che non possono essere equiparate a quelle che spettano a tutti quelli che non svolgono lavoro publico, che non sono Servi dello Stato.
Guardandolo attentamente, le esternazioni di Caruso sono molto simili, quasi uguali alle esternazioni ed alla percezione del lavoro di quasi tutti i rappresentanti della destra... le abbiamo viste le casciarate squadriste nelle aule del Parlamento, le parolacce, il teatralismo, le carte buttate per aria...
Caruso spero abbia capito che il contenuto di quello che ha detto e' offensivo per molti di noi--- se lo ha fatto che chieda scusa, dettagliando il suo sbaglio.

Gentilini, il direttore di Libero, e tutti questi altri 'personaggi' sono la rappresentazione, 60 anni dopo, dell'essenza del "Me ne frego". Io voglio che i miei rappresentanti sappiano differenziarsi da questi cialtroni proprio nel loro modo di essere e conseguentemente di cosa dicono e di come lo dicono.

Giulio: mi sono accorto aDESSO (provvedo subito) che non ti avevo inseito nelle liste dei blog amici.
Per quanto riguarda il "Caruso dalla mia parte politica" intendo dire che (bene o male, più male che bene) egli è stato eletto (e in genere alla Camera vota) nelle fila del centro-sinistra.

Rispondo con un po' di ritardo.
certo che chi ha messo Caruso in lista è responsabile. Quanto meno ha fatto un'operazione tatticamente furbetta (che in politica si ritorce sempre contro), convinto di intercettare il voto di un'area di protestatari integrali.
Quello che intendevo io è un'altra cosa: non potendo esprimere le preferenze, i personaggi alla Caruso si acchiappano voti che magari non avrebbero preso e così,illeggittimamente, si impadroniscono di un credito e di un seguito che non hanno. E così la nicchia di elettori estremisti, che magari è la minoranza della minoranza, sembra numericamente più ampia di quello che è nella realtà. Immagino che la stessa cosa accada nelle liste di destra. Ed è un inganno bello e buono agli elettori.

In realtà, Caruso non è il rozzo e becero personaggio che viene dipinto. Ho letto su Micromega, alcuni mesi fa, un dibattito tra lui, Marco Travaglio e non ricodo chi, sulla legalità. E Caruso diceva delle cose sensate, ogni tanto andando fuori dalle righe però dando l'impressione di essere meglio della sua immagine mediatica.
E poi, diciamo la verità, il dramma delle morti sul lavoro esiste sul serio. E questa destra che (piena di gente come Previti o Dell'Utri o Gentilini o Borghezio o Berlusconi) faccia la verginella scandalizzata per le dichiarazioni di Caruso...è francamente immorale.

Scusate se vado un po' controcorrente...
Ma alla fine che ha detto? «certe leggi hanno armato le mani dei padroni, per permettere loro di precarizzare e sfruttare con maggior intensità la forza-lavoro e incrementare in tal modo i loro profitti, a discapito della qualità e della sicurezza».
Ora... non è che sia del tutto sbagliato. O no? Diciamo la verità! Siamo il solito popolo di paurosi: se si dice qualcosa che vada controcorrente o che possa essere fraintesa, o che sia non politically correct allora si alzano le mani e si nascondono (subito dopo aver lanciato il sasso, naturalmente!)
Io sono d'accordo con Caruso: la legge Biagi è un orrore. Che male c'è nel dirlo? Certo ammetto che Caruso non si è espresso al meglio (sicuramente volutamente) ma penso anche io che la legge Biagi abbia dato più "poteri" ai datori di lavoro contro la sicurezza dei lavoratori.
E' davvero così? Dei morti non si deve parlare che bene?

Lorella, nel mio ultimo commento (ad anime un pò raffreddate) provavo anch'io a togliere i detriti stupidi delle frasi di Caruso per andare alla sostanza. Continuo a pensare che, soprattutto se si riveste un ruolo importante e pubblico (ad esempio parlamentare), bisogna pesare le parole. Però in fondo Caruso ha solo posto (purtroppo in maniera sguaiata e controproducente) un problema vero e drammatico.
Mentre Gentilini è tutta un'altra faccenda: ha detto cazzate vergognose perchè pensa cazzate vergognose.

Luciano, però dobbiamo rammentare che Caruso ha detto testualmente "Treu e Biagi sono gli assassini." . Se vogliamo invece considerare l'ammenda fatta sul Manifesto (http://www.ilmanifesto.it/Quotidiano-archivio/11-Agosto-2007/art4.html) come un errata corrige, va bene. Ma allora dovremmo essere altrettanto comprensivi con le ritrattazioni che un po' tutti i politici fanno dopo averle sparate grosse, che si parli di lavoro precario (sul quale, purtroppo, temo di non essere d'accordo con la maggioranza dei commentatori) o di qualsiasi altra questione.

Ammetto: non sono stato in grado di ritrovare le dichiarazioni precise di Caruso, quelle da cui è partita la polemica. Se qualcuno ha chiaro quali esse siano state (e dove siano rintracciabili con esattezza), mi farebbe un favore a linkarmele.

I commenti per questa nota sono chiusi.

Motore di ricerca del Ringhio di Idefix

  • Si clicca su "Motore di ricerca", si apre un link, si clicca su "Ricerca personalizzata" e si usa come il normale Google. Solo che la ricerca è interna al blog

giugno 2015

lun mar mer gio ven sab dom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30